Gio. Feb 29th, 2024

Ancora un incarico di prestigio per la Sezione AIA di Locri che proprio quest’oggi festeggia la nomina di Domenico Brugnano a componente del Settore Tecnico Arbitrale. Un giusto riconoscimento per l’associato locrese che ha concluso il suo percorso da Osservatore Arbitrale di Serie C, pronto ad abbracciare questo nuovo incarico.

Continua dopo la pubblicità...


Calura
StoriaDiUnaCapinera
Testata
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Divenuto arbitro il 05 giugno del 1993, Domenico, da arbitro ha raggiunto la massima categoria regionale per poi sospendere la propria attività per motivi di lavoro per alcuni anni. Successivamente, con il proprio senso di appartenenza e la voglia di continuare a far bene nel mondo arbitrale, ha superato il corso di Osservatore Arbitrale e in meno di 10 anni ha scalato tutte le categorie fino all’ultimo anno in CON/Prof. Inoltre, in seno alla sezione, ha rivestito numerosi incarichi, da componente del Collegio dei Revisori, a quello del Consiglio Direttivo, da Cassiere fino all’attuale delicato e fondamentale ruolo di Segretario di Sezione, svolto dal 2017 fino ad oggi.

Inoltre, in questa stagione si sono registrati i passaggi al nazionale degli Osservatori Arbitrali, Giovanni Portolesi alla CanD e Francesco Carbone alla Con5, oltre alle riconferme di Cosimo Bolognino a Viceresponsabile del Settore Tecnico Arbitrale Nazionale, l’ex Prefetto Giuseppe Gualtieri Rappresentante presso gli Organi di Giustizia Federale c/o Corte Sportiva d’Appello,  Roberto Rispoli, Responsabile degli arbitri regionali di Prima Categoria, Francesco Di Bellonia responsabile regionale degli Osservatori arbitrali e dell’importante Woman Project.

            Soddisfazione da parte del Presidente Anselmo Scaramuzzino: «La nomina di Domenico Brugnano a Componente del Settore Tecnico è il giusto riconoscimento ad un associato AIA dall’alto valore morale, dall’indiscutibile preparazione tecnica e dall’indiscusso senso di appartenenza al nostro mondo associativo. Sono sicuro che farà bene anche in questo ruolo e che darà il suo fattivo contributo per far crescere e migliorare anche la parte tecnica.

La sezione di Locri, seppur piccola con poco più di 100 associati, al suo interno, oltre ad avere degli ottimi arbitri e osservatori, in questi anni sta dimostrando di avere anche validi dirigenti, qualità riconosciute ed apprezzate anche a livello nazionale. Ciò è dato dal fatto della presenza di Stefano Archinà, dotato di grande esperienza e competenza, all’interno del Comitato Nazionale, e dalle riconferme di Bolognino, Gualtieri, Rispoli e Di Bellonia. Buon lavoro a tutti in vista della nuova stagione sportiva».

Print Friendly, PDF & Email