Dom. Feb 25th, 2024

Voluto con insistenza dal primario Amodeo, si tratta di un amplificatore di brillanza

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Si rafforza la cardiologia di Polistena un nuovo macchinario di ultima generazione per salvare vite umane. Polistena si conferma nel 2023 una delle strutture sanitarie che ha fatto una performance straordinaria, oggi il reparto diretto dal primario Amodeo è al secondo posto per numero di prestazione nel servizio della Cardiostimolazione. Un successo programmato con serietà dal dott. Amodeo per ridare slancio ad un reparto che qualche manager sanitario voleva affossare

ECCO LA DELIBERA

Il Direttore Provveditorato Economato e Gestione Logistica
Premesso che
– L’art. 4, comma 2 del D.Lgs 165/01 sancisce che i Dirigenti delle P.A. assumono le decisioni per
l’organizzazione degli Uffici e le misure per la gestione del rapporto di lavoro con la capacità ed i
poteri del privato datore di lavoro;
– Che tali prerogative sono richiamate nei provvedimenti di delega delle funzioni de quibus
opportunamente adottati ai predetti fini dall’amministrazione pro-tempore dell’Azienda, in ultimo la
disposizione n° 239 del 20 dicembre 2012;
– Che con delibera n. 576/2023 del Commissario Straordinario di questa Azienda è stato conferito al
Dr. Gianfranco Ielo l’incarico della Direzione S.C. Provveditorato Economato e Gestione Logistica
e con decorrenza 16-03-2023 è stato sottoscritto il contratto di lavoro;
VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241e ss.mm.ii. recante “Nuove norme in materia di
procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti
amministrativi”;
VISTA la Legge 15 marzo 1997, n. 59, concernente “Delega al Governo per il
conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della
Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa”;
VISTO l’Art. 26 c. 3 della Legge 23 dicembre 1999, n. 488 “Disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (Legge finanziaria
2000) e ss.mm.ii.;
VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n. 165 e ss.mm.ii. recante “Norme generali
sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche”;
VISTO l’art. 1, comma 449 della L. 296 del 2006, come modificato dall’art. 1, comma
495, L. n. 208 del 2015, che prevede che tutte le amministrazioni statali centrali
e periferiche sono tenute ad approvvigionarsi utilizzando le convenzioni
stipulate da Consip S.p.A.;
VISTO il D.Lgs 31 marzo 2023 n. 36 recante “Codice dei contratti pubblici in attuazione
dell’articolo 1 della legge 21 giugno 2022, n. 78, recante delega al Governo in
materia di contratti pubblici;
CONSIDERATO in particolare l’art. 17, comma 1, del D.Lgs. 36/2023, il quale prevede che,
prima dell’avvio delle procedure di affidamento dei contratti pubblici, le stazioni
appaltanti, in conformità ai propri ordinamenti, decretano o determinano di
contrarre, individuando gli elementi essenziali del contratto e i criteri di
selezione degli operatori economici e delle o

O in particolare l’art. 17, comma 2, del D.Lgs. 36/2023, il quale prevede che, in
caso di affidamento diretto, l’atto di cui al comma 1 individua l’oggetto,
l’importo e il contraente, unitamente alle ragioni della sua scelta, ai requisiti di
carattere generale e, se necessari, a quelli inerenti alla capacità economicofinanziaria
e tecnico-professionale.
CONSIDERATO che ai sensi dell’articolo 62, comma 1, “tutte le stazioni appaltanti, fermi
restando gli obblighi di utilizzo di strumenti di acquisto e di negoziazione
previsti dalle vigenti disposizioni in materia di contenimento della spesa,
possono procedere direttamente e autonomamente all’acquisizione di forniture e
servizi di importo non superiore alle soglie previste per gli affidamenti diretti, e
all’affidamento di lavori d’importo pari o inferiore a 500.000 euro, nonché
attraverso l’effettuazione di ordini a valere su strumenti di acquisto messi a
disposizione dalle centrali di committenza qualificate e dai soggetti aggregatori;
VISTO il D.Lgs 25 maggio 2016, n. 97 recante “Revisione e semplificazione delle
disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza,
correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14
marzo 2013, n. 33, ai sensi dell’articolo 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in
materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”;
VISTO l’art. 50, comma 1, lett. b), del Decreto Legislativo 31 marzo 2023, n. 36,
«Codice dei contratti pubblici in attuazione dell’art. 1 della legge 21 giugno
2022, n. 78, recante delega al Governo in materia di contratti pubblici», il quale
prevede che le stazioni appaltanti provvedano all’affidamento diretto dei
contratti di “servizi e forniture di importo inferiore a 140.000,00
(centoquarantamila/00) euro, anche senza la consultazione di più operatori
economici, assicurando che siano scelti soggetti in possesso di documentate
esperienze pregresse idonee all’esecuzione delle prestazioni contrattuali, anche
individuati tra gli iscritti agli elenchi o albi istituiti dalla stazione appaltante” ;
DATO ATTO che, ai sensi dell’art. 58 del d.lgs. 36/2023, che l’appalto non è ulteriormente
suddivisibile in lotti in quanto ciò comporterebbe una notevole dilatazione dei
tempi e duplicazione di attività amministrativa con evidente violazione del
principio del risultato di cui all’art. 1 del Dlgs n. 36/2023;
CONSIDERATO che ai sensi dell’art. 54, comma 1, secondo periodo, del d.lgs. 36/2023, che agli
affidamenti diretti non è applicabile quanto disposto in ordine all’esclusione
automatica delle offerte anomale;
PRECISATO che in tema di imposta di bollo, si rende applicabile quanto disposto all’allegato
I.4 del d.lgs. 36/2023;
VERIFICATO che l’affidamento di che trattasi è di importo superiore ad € 5.000, per cui questa
Azienda è tenuta a procedere mediante ricorso a Consip-Mepa e/o a soggetti
aggregatori centrali di committenza, strumenti telematici di negoziazione e
similari, ecc., ai sensi dell’art,1 comma 450 della Legge n.296/2006;
PRECISATO che in conformità a quanto disposto dall’art. 53, comma 1, del d.lgs. 36/2023,
con riferimento all’affidamento in parola non vengono richieste le garanzie
provvisorie di cui all’articolo 106;
RITENUTO con riferimento a quanto disposto dall’art. 53, comma 4, del d.lgs. 36/2023, si
ritiene di non richiedere la garanzia definitiva per l’esecuzione delle prestazioni
in parola, in relazione al presupposto miglioramento del prezzo ed alla remota
possibilità che un inadempimento verificatosi in sede di esecuzione contrattuale
possa arrecare significative ripercussioni alla stazione appaltante;
della non esistenza di Convenzioni Consip attive in merito a tale merceologia;
DATO ATTO che, nell’ambito degli Accordi Quadro stipulati da Consip S.p.A. non risultano
attive iniziative aventi ad oggetto interventi comparabili con quelli da affidare
con la presente procedura;
VISTO il Decreto Dirigenziale n. 9203 del 28/08/2023 – Registro dei decreti dei
Dirigenti della Regione Calabria -. reg. dipartimento tutela della Salute n. 629
recante all’oggetto: “POR Calabria FESR FSE 2014/2020 asse I – azione 6.1
-Investimenti necessari a rafforzare la capacità del complesso dei servizi
sanitari di rispondere alla crisi provocata dall’emergenza epidemiologica.
Procedura selettiva emergenza COVID – 19 DGR 328/2020 Presa d’atto esito
valutazione della commissione, approvazione graduatoria. Impegno di spesa”;
VISTA la Convenzione stipulata in data 28/06/2023 tra la Regione Calabria,
Dipartimento della salute, servizi sociali e socio sanitari e questa ASP, rep.
16800 del 29/6/223, per la realizzazione dell’operazione denominata “Interventi
necessari a rafforzare la capacità del complesso dei servizi sanitari di
rispondere alla crisi provocata dall’emergenza epidemiologica”;
VISTO l’importo ammesso a finanziamento, le voci di costo presenti nella scheda
fabbisogni/interventi;
VISTO il provvedimento ID: 2011/2023 del 14/07/2023 del Direttore S.C. Gestione
economiche e finanziarie, dott. Diego Vitrioli, recante all’oggetto: “Presa d’atto
Decreto dirigenziale n. 9203 del 28/6/2023 “POR Calabria FESR FSE
2014/2020 asse I – azione 6.1 – procedura selettiva emergenza COVID – 19
DGR 328/2020 Presa d’atto esito valutazione della commissione, approvazione
graduatoria. Impegno di spesa. Autorizzazione a contrarre;
VISTA la Deliberazione del Direttore generale n.726 del 14/07/2023, con cui questa
U.O.C. è stata autorizzata a contrarre e a procedere alle acquisizioni entro le
stringenti tempistiche assegnate dal Dipartimento Tutela della Salute e Servizi
Sociali e Socio-Sanitari” delle suddette tecnologie attraverso le piattaforme
telematiche di approvvigionamento sino all’occorrenza del finanziamento
assegnato, avvalendosi a tal fine del supporto della U.O.S. Ingegneria Clinica;
VISTO il piano del fabbisogno redatto dall’ U.O.S. Ingegneria clinica in funzione delle
esigenze delle strutture territoriali e la destinazione delle attrezzature alle
UU.OO., secondo quanto indicato nella predetta presa d’atto 2011/2023 con cui
il Direttore generale autorizza a contrarre questa S.C. entro le stringenti
tempistiche assegnate dal Dipartimento della Salute e dei Servizi sociali e Socio
– sanitari, avvalendosi eventualmente a tal fine del supporto della U.O.S.
Ingegneria clinica;
VISTA inoltre, la richiesta inviata a questa U.O.C., al Commissario Straordinario e al
Direttore Sanitario protempore di questa azienda, da parte del direttore UOC
Cardiologia – UTIC e cardiostimolazione P.O. di Polistena di acquisto di un
nuovo arco a C di ultima generazione , prot. ASP n. 6699 del 06/02/202023;
VISTA la comunicazione del 15/11/2023 del direttore U.O.C. Cardiologia/Utic e
Cardiostimolazione P.O. Polistena, dott. Vincenzo Amodeo recante all’oggetto:
Caratteristiche tecniche del nuovo amplificatore di brillanza “ Arco a C ”da
destinare alla predetta UOC;
RILEVATA pertanto la necessità di acquistare sollecitamente la fornitura che si intende
acquisire/ nel rispetto del cronoprogramma previsto per la realizzazione
dell’azione nell’ambito del POR Calabria in oggetto indicato;
l’indagine conoscitiva di mercato espletata attraverso la consultazione di
cataloghi elettronici MePA, nel rispetto dei principi di economicità, efficacia,
tempestività e correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza,
proporzionalità e pubblicità, tenuto conto anche della diversa dislocazione
territoriale delle imprese a cui l’Amministrazione è tenuta nell’espletamento
della presente procedura;
CONSIDERATO che la predetta indagine conoscitiva, espletata dall’U.O.C. Ingegneria clinica
tramite consultazione di cataloghi elettronici sul MePA per l’intera fornitura che
si intende acquisire con le adeguate caratteristiche tecniche, ha consentito di
individuare l’operatore economico GENERAL MEDICAL MERATE S.P.A. con
sede legale in SERIATE alla via VIA PARTIGIANI N. 25 (P.Iva 00225500164)
comm_italia@pec.gmmspa.com per la fornitura in oggetto;
VALUTATA nella motivazione della scelta dell’operatore economico, la rispondenza di
quanto offerto all’interesse pubblico che questa stazione appaltante deve
soddisfare, la congruità del prezzo in rapporto alla qualità della prestazione,
nonchè il rispetto del principio di rotazione con riferimento all’operatore
prescelto;
PRESO ATTO che l’operatore economico oggetto della trattativa è attivo nelle aree
merceologiche in cui ricadono i prodotti di interesse per la fornitura;
TENUTO CONTO che il suddetto operatore non costituisce né l’affidatario uscente, né è stato
precedentemente invitato (risultando non affidatario) nel precedente affidamento
per tale tipologia di fornitura;
VALUTATO Che il prezzo esposto dal fornitore sul Mercato elettronico, già congruo e
conveniente rispetto alle finalità perseguite dalla stazione appaltante, sia
ulteriormente migliorabile in funzione delle quantità previste dalla fornitura;
DATO ATTO che il contratto, ai sensi di quanto stabilito dall’art. 1, comma 3, del D.L.
95/2012, sarà sottoposto a condizione risolutiva nel caso di sopravvenuta
disponibilità di una convenzione Consip S.p.A. avente ad oggetto forniture
comparabili con quelli oggetto di affidamento;
VISTO l’art. 1, commi 65 e 67, della L. n. 266/2005, in virtù del quale l’Istituto è tenuto
ad acquisire il codice identificativo della gara (CIG);
VISTA la Trattativa diretta n° 3852571 del 16 /11/2023 ;
VISTO l’offerta pervenuta n. 990164 del 17/11/2023;
VISTO l’art. 17 comma 9 del D.lgs. 36/2023 che autorizza la pubblica amministrazione
a dare esecuzione al contratto in urgenza annoverando tra le cause di urgenza
anche quelle in cui in cui la mancata esecuzione immediata della prestazione
dedotta nella gara determinerebbe un grave danno all’interesse pubblico che è
destinata a soddisfare, ivi compresa la possibile perdita di finanziamenti
dell’Unione europea;
RITENUTO pertanto di poter dare esecuzione al contratto in virtù della documentazione
pervenuta e nelle more dell’esito delle risposte alle ulteriori verifiche;
PRESO ATTO della deroga concessa alla presentazione della garanzia definitiva in virtù del
miglioramento ottenuto sul prezzo posto a base d’asta, con riferimento a quanto
disposto dall’art. 53, comma 4, del D.lgs. 36/2023;
DATO ATTO che, ai fini dell’osservazione antimafia di cui agli artt. 91 e 100 del D.Lgv.
159/2011, è stata introdotta l’istanza telematica prot. N.
PR_BGUTG_Ingresso_0113604_20231120, senza poterne attendere l’esito, né la costituzione del silenzio-assenso, per l’urgenza di provvedere
all’approvvigionamento onde scongiurare la perdita del finanziamento
assegnato, che, per l’effetto, resta sottoposto alla condizione risolutiva di diritto
di cui all’art. 92, 3° c., D.Lgv. 159/2011;
ACCERTATO avendo per accertato, in conseguenza dell’abilitazione ottenuta sul MePA, il
possesso dei requisiti generali di capacità a contrarre con la P.A. e dei requisiti
speciali di qualificazione all’esecuzione della fornitura di che trattasi,
confermato per dichiarazione sotto responsabilità resa dal relativo legale
rappresentante in sede di trattative stante l’inesistenza a carico dello stesso
operatore di annotazioni pregiudizievoli nel casellario degli operatori economici
tenuto dall’ANAC;
VERIFICATA la regolarità della posizione verso gli obblighi previdenziali, assistenziali ed
assicurativi, il prescritto DURC prot. INAIL_40992382 con scadenza
25/02/2024
CUP : G49I23000430006
CIG: A02D131630
Attestata la regolarità dell’atto nella forma e nella sostanza
DETERMINA
Art. 1 premessa
Tutto quanto in premessa indicato fa parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.
Art. 2 oggetto della procedura
Si delibera l’affidamento diretto, a seguito di indagine conoscitiva di mercato svolta attraverso
consultazione di cataloghi elettronici e successiva Trattativa Diretta n. 3843324 , ai sensi dell’art.
50, comma 1, lett. b), del D.Lgs. 31 marzo 2023, n. 36, alla ditta GENERAL MEDICAL MERATE
S.P.A. con sede legale in SERIATE alla via VIA PARTIGIANI N. 25 (P.Iva 00225500164)
comm_italia@pec.gmmspa.com per la fornitura di:
Unità radiologica mobile con arco a C e detettore flat panel
Produttore GENERAL MEDICAL MERATE S.P.A.
Modello Symbol FP XL “Configurazione S – Surgical”
Arco a C mobile a pannello medio:
Software opzionale: Tecniche di esposizione di tipo: DSA (digital substraction
angiography) e road mapping 2D:
Art. 3 Importo della procedura
L’importo della spesa al netto del ribasso offerto sul prezzo di listino MEPA del fornitore è
determinato in: € 99.900,00 (IVA esclusa) corrispondenti a € 121.878,00 Iva al 22 % inclusa.
La spesa sarà imputata al Conto 101020401 “Attrezzature sanitarie” dello stato patrimoniale
aziendale, attingendo a quanto finanziato dal “POR Calabria FESR FSE 2014/2020 asse I – azione
6.1 -Investimenti necessari a rafforzare la capacità del complesso dei servizi sanitari di rispondere
alla crisi provocata dall’emergenza epidemiologica”, di cui alla Deliberazione del Direttore generale
n.726 del 14/07/2023, già incassato con Reversale n. 213 del 29/09/2023.
Art. 4 Consegna, fatturazione e liquidazione
U.O.C. Cardiologia/Utic e Cardiostimolazione P.O. Polistena, direttore dott. Vincenzo Amodeo

Print Friendly, PDF & Email