Lun. Feb 26th, 2024

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne: ogni giorno bisogna urlare!

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

<<Si legge in tanti cartelli “Il silenzio uccide la dignità”. E’ vero! Le donne devono essere sempre difese e non può parlarsi soltanto quando accade la violenza o peggio ancora quando diventano vittime di un agire bestiale. Gli ultimi accadimento lasciano inorriditi e non possono essere superati da un momento di indignazione e poi finire nel dimenticatoio. Bisogna reagire sotto tutti gli aspetti e prepararsi ad affrontare una battaglia culturale e di civiltà. Ognuno deve fare la sua parte e non vi sono colori da difendere. Non vi sono antidoti preparati! La società è peggiorata e spesso i problemi si scaricano sulle categoria più deboli, approfittando, in questo caso, di persone che hanno ancora fiducia nel prossimo e nella sicurezza, che non esiste. Prevenire è possibile, ma il percorso è lungo: scuola, famiglia, chiesa, associazioni, devono fare la loro parte e cercare di preparare le donne a segnalare e denunciare subito e ad educare i ragazzi al rispetto, alla lealtà, all’amore vero. Sicurezza e sanzioni dure devono esserci e questo è un dovere delle istituzioni e dello Stato, che, però, deve adeguarsi all’attuale momento di grande difficoltà. Non bastano le sole manifestazioni, molto importanti, ma ci deve essere un momento di riflessione collettiva e l’assunzione di provvedimenti responsabili e incisivi. La criminalità, specialmente nelle grandi città, è presente e diventa sempre più un pericolo per tutti i cittadini. Maggiormente per le fasce deboli e, quindi, per le donne. E’ necessario, pertanto, un piano completo che serva, appunto, a creare maggiore sicurezza nelle città e, nel contempo, a formare la Forze di Polizia ad interventi immediati. Attenzione, telecamere, celerità degli interventi sono elementi che servono a cercare di evitare azioni violente. Ma, vi devono essere degli specialisti che sappiano affrontare il problema. Tutti possono commettere i reati di violenza, stupro e altro. Ed allora ecco la necessità di realizzare un piano complessivo che serva, seriamente, a rendere le città più sicure, a consentire alle categorie fragili ed indifese, come le donne, a potersi proteggere. Quindi, tutti dobbiamo remare verso una strategia condivisa e che serva realmente ad affrontare il problema con serietà ed efficacia. E di oggi l’orrore che è accaduto a Catanzaro dove una donna incinta è stata aggredita dall’ex fidanzato e da otto parenti! Un fatto dalla gravità inaudita. La vittima si è salvata per il pronto intervento dei carabinieri. Ecco, quindi, la necessità di creare una rete funzionante. A tutte le donne, quindi, la più piena solidarietà e vicinanza da parte della Lega e dei suoi militanti>>.

Lo dichiara il commissario regionale della Lega in Calabria, Giacomo Francesco Saccomanno

Print Friendly, PDF & Email