Mar. Feb 27th, 2024

Se c’è una cosa che di certo non sta stupendo gli appassionati di Tennis è il numero di premi ricevuto dal Jannik Sinner, certezza nostrana del Tennis e vincitore della coppa Davis di quest’anno, agli ATP Awards 2023. Diversi sono stati i premi raccolti durante la celebrazione e sono arrivati tutti dopo il primissimo, quello dell’acclamazione popolare.

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Se nel 2019 l’ATP lo aveva incoronato come nuova scoperta della stagione, nel 2023 Jannik Sinner è riuscito a scalzare Rafael Nadal e, sopratutto, Roger Federer (che ha vinto ininterrottamente dal 2003 al 2021) dal premio “fans favourite”, ovvero tennista preferito dagli appassionati.

Non è un caso che il numero di bet sul rosso della Val Pusteria sia stato molto elevato durante le ultime fasi della coppa Davis ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire quali altri premi sono stati vinti dal giocatore.

Perché anche il tennis è un gioco di squadra

Il primo premio è quello che di sicuro lascia più interdetti chi non conosce i funzionamenti interni del mondo del tennis ovvero il best coach award assegnato agli allenatori di Sinner, Simone Vagnozzi e Darren Cahill. I due (il primo 40 anni, ex 161 ATP), il secondo 58 anni ha superato nelle votazioni l’allenatore di Novak Djokovic Ivanisevic, dato per molti da favorito assoluto.

La collaborazione tra Sinner e i due è iniziata nel 2022, dopo la separazione dal precedente coach Riccardo Piatti. Vagnozzi interpreta il ruolo di coach tradizionale mentre Cahill interpreta il supercoach; quest’ultimo, da segnalare, si era già fatto notare per aver già allenato numeri 1 mondiali come Lleyton Hewitt o Andre Agassi. Meno importante (ma non meno meritevole di attenzione) è il curriculum di Vagnozzi, che invece aveva tra i suoi pupilli Marco Cecchinato (3 titoli ATP conquistati) e Stefano Travaglia (max posizione 60 in classifica ATP).

Il premio, molto importante, è poi direttamente collegato al successivo e terzo premio raccolto dal tennista Italiano: quello legato all’incredibile miglioramento avuto.

Ma quanto è migliorato Sinner? Più degli altri

Inutile girarci attorno: Jannik Sinner con le sue incredibili prestazioni sui campi ha monopolizzato l’attenzione di media e appassionati di sport dappertutto: dalla televisione al Betfair blog. Ciò si deve, almeno in parte, all’incredibile balzo qualitativo fatto durante il corso degli ultimi anni ma sopratutto per la traiettoria avuta durante il corso della stagione 2023.

Dopo aver iniziato l’anno alla quindicesima posizione del ranking ATP, Sinner è riuscito a vincere ben sei tornei tra cui anche il suo primissimo Masters 1000 (giocato in quel di Toronto), raggiungendo per di più anche la semifinale (persona contro il sempre fortissimo Djokovic) a Wimbledon.

Duranteil corso di tutto il 2023 Sinner è riuscito a vincere ben 13 volte contro giocatori classificati nelle prime dieci posizioni del mondo, con tanto di due vittorie contro il sopracitato Novak (che ancora è uno dei più temibili al mondo) e con altre due vittorie contro Carlos Alcaraz, considerato da molti uno dei diretti rivali dell’alto atesino.

Un anno magnifico per il giocatore Italiano, che nel corso dei prossimi anni avrà la possibilità di scolpire con ancora più forza la sua posizione di dominanza all’interno del mondo sportivo Italiano, magari riuscendo anche a bissare il successo di Panatta vincendo un grande slam.

Print Friendly, PDF & Email