Mar. Apr 16th, 2024

Il direttore del Distretto sanitario Barillaro ha preso la parola durante un’assemblea convocata presso la sede di ProSalus, affermando con convinzione che i servizi dovrebbero essere attivati già nel mese di gennaio.

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Si è tenuta presso la sede di ProSalus un’assemblea organizzata dall’associazione di Palmi affiliata a Comunità Competente. La riunione, moderata da Stefania Marino, ha visto la partecipazione dei sindaci Ranuccio e Alessio, del direttore del Distretto sanitario Salvatore Barillaro e del direttore del Dipartimento Prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria, Sandro Giuffrida.

L’evento, descritto come un incontro di lavoro proficuo più che un convegno, è stato caratterizzato dalle seguenti proposte emerse nel corso del dibattito, condivise con Barillaro e Giuffrida: attivazione nei prossimi mesi di un’Aggregazione Funzionale Territoriale (AFT) con sede unica presso la Casa della Comunità di Palmi, destinazione di un Hospice con 10 posti letto territoriali presso la stessa struttura, provvisto di ambulatorio e Assistenza Domiciliare per le Cure Palliative.

Barillaro ha annunciato l’intenzione dell’Asp di inaugurare la nuova struttura già nel prossimo mese di gennaio, facendola diventare la prima del genere nella provincia. Comunità Competente ha inoltre presentato ulteriori proposte, tra cui il potenziamento dell’ADI con la telemedicina, l’assunzione degli Infermieri di Comunità con particolare focus sulle Aree Interne, l’attivazione delle Unità di Continuità Assistenziale a Palmi e Rosarno, l’istituzione della Centrale Operativa (COT) a Taurianova, l’acquisto di un “Motorhome” per intensificare lo screening mammografico nelle Aree Interne, la richiesta alla Regione affinché le Aree Interne della Piana rientrino nei finanziamenti della Strategia Nazionale delle Aree Interne, come nel caso dell’Area Grecanica, e altre iniziative.

Print Friendly, PDF & Email