Mer. Feb 28th, 2024

128 posti Servizio Civile: Progetti CSV Calabria Centro

Continua dopo la pubblicità...


Calura
StoriaDiUnaCapinera
Testata
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


Tra i 358 programmi di intervento di Servizio Civile Universale elencati nel Decreto del Capo del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale n. 1233 del 22 dicembre scorso, spicca il progetto del CSV di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia “Calabria Centro”. Questo CSV, grazie alla sua solida rete di partenariato, ha ottenuto l’approvazione di due progetti: “One of Us!” e “Incroci di vite”, con un totale di 128 posti disponibili.

Durante un incontro con le associazioni, che agiscono sia come enti co-progettanti che come sedi di accoglienza per gli operatori volontari, il presidente Guglielmo Merazzi e il direttore Stefano Morena del CSV Calabria Centro hanno sottolineato il valore formativo del Servizio Civile, che rappresenta un’opportunità preziosa anche per il curriculum personale, specialmente per partecipare ai concorsi pubblici. I giovani dell’area centrale della Calabria avranno l’opportunità di contribuire alla crescita sociale e culturale della comunità territoriale attraverso il loro impegno nelle realtà associative per un intero anno.

Il progetto “One of Us!” mira a sensibilizzare i cittadini sul tema della disabilità, con l’obiettivo di smantellare stereotipi e pregiudizi e promuovere un welfare comunitario d’inclusione. “Incroci di vite”, invece, si propone di contrastare la dispersione scolastica e la povertà educativa, promuovendo la partecipazione giovanile e contrastando le discriminazioni, con particolare attenzione al dialogo interculturale.

I giovani dai 18 ai 28 anni interessati possono consultare il sito del CSV Calabria Centro (www.csvcalabriacentro.it) per visualizzare le schede dei progetti, i criteri di selezione e tutte le informazioni necessarie per la registrazione tramite SPID sulla piattaforma nazionale, attraverso la quale inviare esclusivamente le domande online.

Print Friendly, PDF & Email