Mer. Apr 17th, 2024

La responsabile Francesca Mallamaci: «Registriamo soprattutto casi di violenza domestica e, in ogni storia, sono presenti forme di violenza psicologica»

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Una fiducia crescente e un aumento delle richieste di aiuto di donne in difficoltà. È quanto succede al centro antiviolenza Angela Morabito di Reggio Calabria, accreditato e ammesso nel 2021 al finanziamento nell’ambito del bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un centro inserito nella rete accessibile tramite il numero gratuito 1522 attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Contattandolo, le donne vittime potranno chiedere aiuto. Una richiesta che, sempre più spesso, equivale a salvare la loro vita

A raccontare il lavoro del centro la responsabile del centro Francesca Mallamaci. «Sono sempre di più le donne che si rivolgono al nostro centro e agli sportelli attivi nella Locride, ad Ardore Marina dal 2022, e nella Piana di Gioia Tauro a Taurianova. Qui è stato allestito presso il Polo sociale integrato lo scorso anno. Prima era a Polistena. Con le richieste di aiuto crescono la consapevolezza e il coraggio di superare – racconta Francesca Mallamaci – la condizione di paura e subalternità in cui versano. Una condizione che, secondo la nostra esperienza, è trasversale e può riguardare ogni fascia sociale e ogni condizione economica. Registriamo soprattutto casi di violenza domestica e, in ogni storia, sono presenti forme di violenza psicologica»

Print Friendly, PDF & Email