Mer. Apr 17th, 2024

La Corte dei Conti di Catanzaro ha sollevato preoccupazioni riguardo alla scarsa attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) nella regione della Calabria. In un recente rapporto, l’ente ha evidenziato una serie di criticità nell’implementazione delle misure previste dal piano, mettendo in luce ritardi e inefficienze che rischiano di compromettere gli obiettivi di sviluppo e modernizzazione della regione.

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il procuratore della Corte dei Conti di Catanzaro, Palma, ha sottolineato che questa situazione rappresenta una sfida concreta e urgente da affrontare. In particolare, ha evidenziato la necessità di un’immediata revisione delle strategie di attuazione e di un maggiore impegno da parte delle istituzioni locali e regionali per superare gli ostacoli che stanno rallentando il progresso.

Una delle questioni sollevate è stata l’importanza di garantire una gestione finanziaria trasparente ed efficiente dei fondi assegnati al PNRR, al fine di massimizzare il loro impatto e assicurare che siano impiegati nel modo più efficace possibile per stimolare la crescita economica e sociale della Calabria.

Questa denuncia della Corte dei Conti di Catanzaro richiama l’attenzione sulle sfide e sulle responsabilità che devono essere affrontate per assicurare il successo del PNRR nella regione, sottolineando l’importanza di un impegno concreto e coordinato da parte di tutte le parti coinvolte.

Print Friendly, PDF & Email