Dom. Apr 14th, 2024

Tragedia sul lavoro in via Mariti. Giani: “Tre estratti vivi, gravi ma coscienti. Coinvolti otto lavoratori”. La presidente Esselunga Capriotti: “Sconvolti, negozi chiusi in segno di lutto”

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il bilancio provvisorio ufficiale del crollo nel cantiere di Firenze è di tre morti, tre feriti e due dispersi. Il dato è stato reso noto dall’assessore regionale alla Protezione civile, Monia Monni, giunta sul luogo dell’incidente.

Diverso il precedente conteggio dei vigili del fuoco, che parlavano di un morto e quattro dispersi oltre ai tre feriti estratti vivi dalle macerie del cantiere di via Mariti, nella zona nord della città, dove erano in corso i lavori per la realizzazione di un supermercato Esselunga. Ai cronisti che chiedevano se ci fossero speranze di ritrovare in vita i dispersi, il dirigente dei vigili del fuoco Luca Cari aveva risposto: “Stiamo cercando persone in vita, abbiamo tutto il nostro personale giunto anche da altri comandi. I nostri cani stanno fiutando, speriamo di poter avere notizie positive, è una situazione molto, molto complicata”.

Aperto fascicolo per omicidio colposo, cantiere sotto sequestro

La procura di Firenze, guidata dal procuratore capo Filippo Spiezia, ha intanto aperto un fascicolo per omicidio colposo plurimo e crollo colposo relativamente all’incidente sul lavoro avvenuto questa mattina. Il cantiere è stato posto sotto sequestro.

Il crollo del solaio di un prefabbricato

E’ stato il crollo del solaio di un prefabbricato a provocare la tragedia nel cantiere edile a nord-ovest di Firenze, quattro le squadre dei vigili al lavoro dalle 9.00 del mattino per le operazioni di soccorso. I tre operai estratti vivi sono “in condizioni molto, molto gravi, ma coscienti”, ha detto a ‘Rainews 24’ il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani.

“Non possiamo ancora parlare di vittime accertate, è accaduto da troppo poco tempo. Ci sono ancora tre persone sotto le macerie che al momento non danno segni”, ha poi detto Giani. “Le persone coinvolte allo stato attuale sono otto, delle quali tre sono state estratte ancora vigili e presenti in codice giallo, tre sono state portate al Torregalli e una al Careggi”, ha continuato aggiungendo: “Ben più problematica è la situazione per altre due persone estratte”.

“E’ stato un miracolo che nell’incidente la struttura non si sia riversata all’esterno, perché nella strada di fianco stava transitando un pulmino con sopra molti bambini, che sono stati fatti scendere, e portati tutti via di corsa”, ha detto ancora.

Il cordoglio di Meloni

“A nome mio e del Governo esprimo cordoglio per le vittime del crollo di una trave avvenuto in un cantiere a Firenze”. Così, sui social, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni. “Seguo con apprensione l’evolversi della situazione e ringrazio quanti stanno partecipando alle ricerche dei dispersi e alle operazioni di soccorso dei feriti. Le nostre più sentite condoglianze alle famiglie colpite da questa terribile tragedia”, scrive inoltre la premier.

La presidente Esselunga Capriotti: “Sconvolti, negozi chiusi in segno di lutto”

“Esprimiamo profondo cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime del gravissimo incidente di questa mattina nel cantiere di via Mariti a Firenze. Siamo sconvolti per quanto avvenuto. Il cantiere in costruzione era affidato in appalto a una società terza e siamo a disposizione delle autorità per contribuire a chiarire la dinamica di quanto accaduto e per qualsiasi esigenza. In segno di lutto nel pomeriggio i negozi Esselunga della città di Firenze verranno chiusi”. E’ quanto dichiara Marina Caprotti, presidente di Esselunga, in merito al terribile incidente avvenuto questa mattina.

Il sindaco Nardella: “Chiamata da Mattarella, domani lutto cittadino”

“Ringrazio sentitamente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per avermi espresso al telefono vicinanza e cordoglio per la tragedia al cantiere di Firenze. Ho proclamato il lutto cittadino per domani con sospensione di tutti gli eventi”, scrive sui social il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che ha appreso la notizia della tragedia mentre si trova in viaggio istituzionale tra Israele e Palestina. “Anticiperò il mio rientro dalla Terra Santa con il primo volo utile”, fa sapere Nardella.

Print Friendly, PDF & Email