Sab. Feb 24th, 2024

Connettività a Rischio: Save the Children Rivela le Tendenze Digitali in Calabria, dall’Esposizione Precoce al Web ai Rischi del Cyberbullismo e dell’Obesità

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


“In Calabria, la connessione quotidiana al web coinvolge il 71,3% dei bambini e ragazzi tra i 6 e i 17 anni, prevalentemente attraverso lo smartphone, superando la media nazionale del 65,9%. Questo allarme è lanciato da Save the Children in occasione della Giornata Mondiale per la Sicurezza in Rete del 2024, istituita dall’Unione Europea e in programma il 6 febbraio.

Nonostante le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e della Società Italiana di Pediatria sull’uso limitato dei dispositivi digitali per i bambini sotto i 2 anni, un 22,1% dei bambini italiani di 2-5 mesi trascorre del tempo davanti agli schermi. Questo dato emerge da un’indagine dell’Istituto Superiore di Sanità, indicando una tendenza all’aumento dell’esposizione con l’età.

La Calabria si distingue anche per l’uso problematico dei videogiochi, con il 23,3% dei giovani di 11, 13 e 15 anni, leggermente al di sotto della media nazionale del 24%. Tuttavia, la regione registra una percentuale più elevata nei ragazzi, con l’esposizione che inizia già a 11 anni.

Nella regione mancano strutture sanitarie specifiche per gestire le dipendenze legate a questi comportamenti digitali. Nel 2022, i casi di cyberbullismo che coinvolgono minori tra gli 11 e i 13 anni sono cresciuti, colpendo il 14,5% degli adolescenti calabresi. Inoltre, l’uso intensivo di internet è associato a un rischio maggiore di sovrappeso o obesità, con il 25,6% degli adolescenti calabresi colpiti, superando la media nazionale e classificando la regione come la quarta più colpita dopo Campania, Sicilia e Puglia.”

Print Friendly, PDF & Email