Mar. Feb 27th, 2024
Croci sul luogo del naufragio a Steccato di Cutro. Cutro, Crotone, 9 marzo 2023. ANSA/CARMELO IMBESI

Commemorazione a un Anno dalla Tragedia di Steccato di Cutro: Il Giardino di Alì a Crotone Accoglie 94 Alberi in Onore delle Vittime

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


A un anno dalla tragedia di Steccato di Cutro, Crotone si unisce per commemorare le vittime attraverso un gesto simbolico e toccante. L’amministrazione ha annunciato l’intenzione di piantare 94 alberi, uno per ogni vittima della strage che ha profondamente segnato la comunità. Questo gesto di solidarietà e memoria vuole rappresentare la resilienza e l’umanità della città di Crotone, che ha dimostrato grande partecipazione nel cordoglio, nell’assistenza ai superstiti e nella vicinanza alle famiglie coinvolte.

Gli alberi saranno collocati in via Miscello da Ripe, all’ingresso della città, simboleggiando la volontà di accoglienza della comunità. Il luogo prende il nome di “Il Giardino di Alì”, scelto dal sindaco Voce in onore del piccolo Alì, che riposa nel cimitero cittadino e che è diventato il figlio di tutti i crotonesi. Questo giardino non intende celebrare la morte, ma piuttosto il diritto alla vita. In ricordo di tutti i bambini coinvolti nella tragedia, sono stati scelti i tamerici, alberi caratterizzati da una bellissima fioritura colorata, sempreverdi e robusti, simbolo di resistenza alle avversità. Questa scelta rappresenta anche una contrapposizione alla fragilità dell’imbarcazione con cui le vittime hanno affrontato il viaggio e alla vulnerabilità delle loro speranze.

Il sindaco Voce ha dichiarato che il giardino sarà inaugurato in occasione dell’anniversario della tragedia, sottolineando la solidità del ricordo e della coesione della comunità crotonese.

Print Friendly, PDF & Email