Mar. Apr 16th, 2024

Il presidente Mancuso: «Il consiglio si dota di una tecnologia emergente nell’ambito della sperimentazione ingegneristica»

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


Il Consiglio regionale della Calabria ha compiuto un passo significativo verso la conservazione, il risparmio energetico e il miglioramento dell’efficienza con l’implementazione del “Sistema di monitoraggio strutturale dell’Aula consiliare Francesco Fortugno” presso Palazzo Campanella, sua sede istituzionale.

Diretto dal talentuoso architetto Gianmarco Plastino, il Settore tecnico ha proceduto con determinazione verso l’attuazione del programma strategico precedentemente approvato dall’Ufficio di Presidenza. La consegna del servizio e l’avvio delle operazioni di monitoraggio strutturale segnano un passo avanti significativo per la sicurezza e l’efficienza dell’edificio.

Il presidente Filippo Mancuso ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa, evidenziando come il sistema tecnologico adottato consenta di raccogliere dati in tempo reale sullo stato della struttura attraverso l’impiego di sensori connessi alla rete internet. Questo approccio all’avanguardia nell’ambito dell’ingegneria civile permette di monitorare costantemente le dinamiche strutturali dell’edificio, individuando precocemente eventuali problemi e riducendo così il rischio di incidenti, con conseguente aumento della sicurezza per le persone e le attività svolte all’interno.

I vantaggi derivanti dall’utilizzo di questo sistema sono molteplici. Oltre all’incremento della sicurezza, si registrano significativi miglioramenti in termini di efficienza e risparmio economico. La raccolta e l’analisi dei dati permettono di prevenire criticità future e di pianificare interventi di manutenzione in modo tempestivo, contribuendo alla riduzione dei costi e al miglioramento complessivo dell’efficienza energetica dell’edificio.

Il Consiglio regionale, con questa iniziativa, vuole essere un esempio virtuoso nell’adozione delle tecnologie più avanzate nel campo dell’ingegneria civile, dimostrando che l’implementazione di modelli innovativi come questo può essere replicata anche in altri edifici pubblici, promuovendo così un approccio moderno e sostenibile alla gestione del patrimonio architettonico.

Print Friendly, PDF & Email