Gio. Feb 29th, 2024

Uniti Contro l’Intimidazione: La Condemna dei Vescovi Calabresi e il Chiaro Rifiuto della Violenza in Solidarietà a Don Giovanni Rigoli

Continua dopo la pubblicità...


Calura
StoriaDiUnaCapinera
Testata
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Nel comunicato della Conferenza Episcopale Calabra, viene condannata con fermezza ogni forma di violenza, definendola un linguaggio incompatibile con la fede nel Dio della pace e della mitezza. La nota esprime la più ferma condanna per l’atto vandalico contro il giovane parroco di Varapodio, don Giovanni Rigoli, già vittima di un’aggressione a gennaio, il cui veicolo è stato oggetto di un incendio doloso.

I vescovi sottolineano che questo gesto ignobile rappresenta un attacco diretto a tutti i cittadini della regione calabra, evidenziando che la mentalità mafiosa non può e non deve rappresentare la Calabria, poiché contrasta con l’etica e l’umanità della comunità. Manifestano solidarietà al vescovo di Oppido-Palmi, monsignor Giuseppe Alberti, e a don Giovanni Rigoli, incoraggiando la comunità di Varapodio.

Invitano tutti i fedeli e le persone di buona volontà a unirsi in preghiera per superare questo momento difficile, esortando a farlo con forza, speranza e rinnovato impegno apostolico. La Conferenza Episcopale Calabra ribadisce il proprio impegno per la promozione della pace, della legalità, del dialogo e della fraternità, auspicando che atti simili non abbiano più spazio nella Calabria amata.

Infine, esprimono fiducia nelle istituzioni giudiziarie e nelle forze dell’ordine, auspicando che gli autori di questo gesto vile siano identificati e rispondano delle proprie azioni in sede giudiziaria. La nota conclude con la speranza che le diverse istituzioni educative continuino a collaborare per formare generazioni libere da odio e vendetta, promuovendo valori di pace e solidarietà.

Print Friendly, PDF & Email