Dom. Apr 14th, 2024

I diportisti del Porto delle Grazie a Roccella Jonica , la maggioranza di loro riunita in un comitato spontaneo che ne ha raccolto almeno 150, stanno esprimendo il loro malcontento contro una serie di restrizioni e aumenti tariffari imposti dalla Società “Porto delle Grazie Srl”. In una lettera indirizzata al Sindaco e all’Amministratore Unico della società, il comitato spontaneo dei diportisti ha elencato una serie di problematiche che stanno minando la loro esperienza nel porto.

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Una delle principali questioni sollevate riguarda l’accesso carrabile al porto. La società ha deciso di vietare l’accesso con l’auto per il carico/scarico delle attrezzature, citando motivazioni quali la pulizia del nuovo pavimento e l’aspetto estetico del molo. Tuttavia, i diportisti sostengono che questa decisione rende particolarmente difficile per coloro che hanno disabilità o attrezzatura pesante raggiungere le loro imbarcazioni.

Inoltre, i diportisti lamentano una mancanza di sicurezza per le loro imbarcazioni, evidenziando continui accessi non autorizzati soprattutto durante la notte. Propongono l’installazione di cancelli all’ingresso dei moli per limitare l’accesso solo ai proprietari delle barche, con l’auspicio che ciò possa aumentare la sicurezza e giustificare un adeguamento delle tariffe.

Parlando di tariffe, i diportisti denunciano aumenti significativi, non solo dovuti all’adeguamento Istat, ma anche alla soppressione della gratuità di un servizio di alaggio e varo precedentemente incluso nel contratto. Questo ha portato ad un aumento netto delle tariffe, causando disagio tra i diportisti che vedono minacciata la sostenibilità economica della loro passione.

Il comitato spontaneo dei diportisti ha espresso la speranza che il Comune di Roccella Jonica, in quanto socio di maggioranza della società concessionaria, possa intervenire per risolvere queste problematiche e garantire una migliore considerazione delle esigenze dei diportisti. Molti di loro hanno minacciato di non rinnovare il contratto se le condizioni attuali non verranno riviste.

Intanto l’incontro richiesto e concesso tra l’amministratore Unico del Porto delle Grazie srl Vasco De Cet ed i rappresentanti del comitato spontaneo è finito in un nulla di fatto. Nessuna richiesta è stata accolta e le posizioni rimangono distanti.

I Diportisti ora sperano in un intervento dell’amministrazione comunale. In attesa di risposte concrete e soluzioni soddisfacenti, il comitato continuerà la protesta, rimanendo determinato nel perseguire i propri interessi e difendere i diritti dei diportisti.

Print Friendly, PDF & Email