Gio. Lug 18th, 2024

Coldiretti scende in campo per chiedere misure urgenti alle Regioni di Roma, Trento e Cagliari

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Arriva a Roma, Trento e Cagliari la mobilitazione della Coldiretti per spezzare l’assedio dei cinghiali a campagne. Domani, giovedì 11 luglio, gli agricoltori scenderanno in piazza davanti alle sedi delle Regioni Lazio, Trentino e Sardegna per sollecitare l’adozione dei pianti di contenimento necessari a riportare in equilibrio una popolazione di selvatici da tempo fuori controllo, attuando a livello locale le misure previste dal decreto interministeriale varato lo scorso anno su richiesta di Coldiretti. A Roma l’appuntamento è piazza Oderico da Pordenone, a Trento in piazza Dante e a Cagliari a piazza Trento. Nel solo Lazio, ricorda la Coldiretti, sono circa 250mila i cinghiali sul territorio, una minaccia costante alle coltivazioni ma anche alla vita delle persone addirittura nei centri urbani. Le proteste seguono quelle organizzate in Liguria, Basilicata e Molise dove migliaia di agricoltori con centinaia di trattori hanno occupato gli spazi davanti alle rispettive Regioni. Nelle scorse settimane a scendere in piazza erano stati, invece, gli agricoltori di Puglia, Toscana, Piemonte, Umbria, Emilia Romagna, Abruzzo, Sardegna, Lombardia e Calabria.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com