Lun. Lug 15th, 2024

La storia di un medico pediatra ingiustamente accusato, la battaglia per la verità e la gratitudine verso chi ha creduto nella sua innocenza

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

dopo 12 anni dal mio calvario giudiziario, accusato ingiustamente e poi condannato a 8 mesi (con la pena sospesa) nel 2017, finalmente la vera giustizia ha trionfato nei miei confronti e degli altri amministratori eletti democraticamente ad Anoia.
Un percorso giudiziario fatto di sofferenze e di umiliazione in quanto io medico pediatra onesto e senza alcuna macchia, mi sono ritrovato accusato come un tritacarne che aveva distrutto la mia anima, sia la mia che delle persone a me vicine.
Grazie anche alla caparbietà ed alla professionalità del mio legale, avv. Guido Contestabile per una vicenda assurda dove la prefettura di Reggio Calabria mia aveva invitato a non proclamare gli eletti al Consiglio Comunale se non erano in regola con il pagamento dei tributi e nelle condizioni di morosità si trovava un solo consigliere comunale il quale era stato invitato nei termini di legge ed anche oltre a regolarizzare la propria posizione con l’Ente. La risposta di questo consigliere è stata quella di denunciarmi alle autorità giudiziarie.
Oggi con questa assoluzione si mette un punto a un calvario giudiziario che ha mortificato in primis le istituzioni locali e la mia famiglia, considerando che in merito, convinto della mia onestà umana ed amministrativa avevo rinunciato alla prescrizione, ottenendo il giusto riconoscimento non giudiziario ma anche morale.
Un grazie particolare al mio legale, avv. Guido Contestabile per il sostegno a tutti i livelli offertomi.


Con cordialità, dott. Antonio Ceravolo (ex sindaco di Anoia)

Print Friendly, PDF & Email