Dom. Lug 14th, 2024

Nei suoi confronti annullate le aggravanti mafiose e riqualificato il reato di scambio elettorale politico-mafioso in corruzione elettorale

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Resta ai domiciliari l’assessore al bilancio della Regione Calabria (attualmente autosospeso) e segretario regionale dell’Udc Francesco Talarico, indagato dalla Dda di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta “Basso Profilo” con l’accusa di associazione per delinquere e scambio elettorale politico mafioso, aggravati dal metodo mafioso.

A decidere che Talarico, difeso dall’avvocato Gambardella, resti ai domiciliari sono stati i giudici del Tribunale del Riesame che hanno annullato le aggravanti mafiose e hanno riqualificato il reato di scambio elettorale politico-mafioso in corruzione elettorale così come contemplata dal testo unico per l’elezione alla Camera dei deputati.

[videojs_video url=”https://www.telemia.it/wp-content/uploads/2021/02/02-26-Processo-Basso-Profilo.mp4″]

SERVIZIO DI NICODEMO BARILLARO

Print Friendly, PDF & Email