Gio. Lug 18th, 2024

Proprietà e Comune di Siderno in Stallo Legale: Un Accordo in Vista ?

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il Bar Desirèe, a Siderno, si trova al centro di una controversia legale e politica riguardante la sua possibile demolizione. La proprietà del bar, rappresentata da Giampiero Fraietta e assistita dall’avvocato Alessia Ferraro, ha espresso preoccupazione riguardo alla decisione del consiglio comunale di votare a favore della demolizione del fabbricato abusivo sul lungomare delle Palme.

Fraietta e Ferraro sostengono che il fabbricato non può essere considerato abusivo fino a quando il Tribunale Amministrativo Regionale (Tar) non emette una sentenza in proposito. Temono che la demolizione potrebbe comportare danni economici e strutturali irreparabili nel caso in cui il Tar decida a loro favore.

Inoltre, l’avvocato Ferraro ha evidenziato che la concessione demaniale non è mai stata dichiarata decaduta e ha citato una legge regionale del 2015 che consente al Comune di assegnare una nuova area in caso di mancanza di interesse pubblico. Tuttavia, questa richiesta è stata respinta dal Comune.

È stato anche menzionato che in passato il responsabile del settore ambientale del Comune aveva valutato l’opera come positiva per la comunità sidernese.

La questione dei canoni demaniali non pagati è stata sollevata, con la difesa sostenendo che i canoni erano stati pagati da un socio della società per gli anni 2007-2010, come stabilito da una sentenza del 2020 che ha assolto tutti gli imputati coinvolti in un procedimento penale parallelo.

Ferraro ha concluso che la situazione attuale è un impasse, poiché la demolizione potrebbe danneggiare irrimediabilmente la struttura senza la certezza che sia effettivamente abusiva. Invita quindi il Comune a un incontro per tentare di raggiungere un accordo.

Print Friendly, PDF & Email