Mar. Lug 16th, 2024

Successo per la Prima Serata nella Corte del Palazzo di Città

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

La storica manifestazione dedicata alla poesia, alle arti e alle personalità illustri di Locri, promossa dall’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione Comunale, con il patrocinio della Regione Calabria, di Calabria Straordinaria e della Città Metropolitana di Reggio Calabria, è tornata puntuale con due serate di gala ricche di incontri e momenti significativi.

“È un evento che organizziamo ogni anno con passione e dedizione e che non manca mai di emozionare grazie ai protagonisti della rassegna”, ha dichiarato orgogliosamente l’Assessore alla Cultura, Domenica Bumbaca, ringraziando in particolare la giuria e il comitato organizzatore per il loro contributo alla realizzazione di questa importante edizione.

“Condivideremo momenti di pura bellezza con un’edizione del Giugno Locrese che saprà ancora una volta sorprendere ed emozionare”, ha dichiarato commosso il Sindaco Giuseppe Fontana.

Durante la prima serata sono stati annunciati i vincitori del concorso di poesia del Giugno Locrese, che ha visto la partecipazione dei migliori poeti a livello nazionale, selezionati dalla giuria. Nella stessa serata, sono stati premiati i giovani poeti under 30 con il Premio Francesco Commisso, scelti dalla giuria presieduta dal poeta Daniel Cundari e composta da Erin Commisso, figlia del compianto professore e assessore alla cultura del Comune di Locri, e dall’avvocato Annarita Esposito.

Inoltre, sono stati consegnati i Premi Città di Locri all’archeologa Margherita Milanesio, al musicista Alessandro Commisso, al dottor Giuseppe Ieropoli e a Umberto Ferraro. Quest’ultimo premio, intitolato al fondatore del Giugno Locrese, è stato consegnato dalla figlia, la poetessa Daniela Ferraro, al comandante in congedo dell’Arma dei Carabinieri, Cosimo Sframeli.

La serata è stata impreziosita dalla performance “Epiz Fioi” di Daniel Cundari e dal reading della poetessa Elisa Longo. Numerosi giovani talenti del mondo della cultura e della musica hanno presenziato all’evento, tra cui il giovanissimo Biagio.

La 5ª edizione del Giugno Locrese è diventata una punta di diamante per la cultura locrese, un intreccio di arte, cultura e poesia. Le premiazioni del Giugno Locrese e del Premio Francesco Commisso proseguiranno anche stasera.

Un’infermiera che scrive poesie nel dialetto sloveno delle Valli del Natisone, in provincia di Udine, ha partecipato con il suo secondo libro “L’altalena che non c’era”. Ha raccontato come tutte le sue poesie siano frutto di esperienze personali o storie di amici e conoscenti, tranne una che è uno scherzo. Questo libro rappresenta la vita vera, trasmessa attraverso la poesia.

Print Friendly, PDF & Email