Gio. Lug 18th, 2024

Il Mezzogiorno detiene il primato della propensione all’evasione, mentre le regioni più popolate segnano il mancato gettito assoluto più elevato

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

L’evasione fiscale e contributiva continua a rappresentare una sfida significativa per l’Italia, con un ammontare complessivo stimato di 83,6 miliardi di euro per l’anno 2021, secondo il Ministero dell’Economia e delle Finanze. In termini assoluti, il mancato gettito colpisce maggiormente le regioni con la più alta concentrazione di attività economiche: la Lombardia registra 13,6 miliardi di euro di evasione, seguita dal Lazio con 9,1 miliardi, la Campania con 7,8 miliardi e il Veneto con 6,5 miliardi.

Tuttavia, è nel Mezzogiorno che si riscontra la maggiore propensione all’evasione fiscale in termini percentuali. La Calabria si posiziona al vertice con il 18,4%, seguita dalla Campania con il 17,2%, la Puglia con il 16,8% e la Sicilia con il 16,5%. In netto contrasto, le regioni più fedeli al fisco includono la Provincia Autonoma di Trento con un’evasione stimata dell’8,6%, la Lombardia con l’8% e la Provincia Autonoma di Bolzano con il 7,7%. La media nazionale si attesta all’11,2%.

Analizzando il profilo dei contribuenti, l’Italia conta 43,3 milioni di contribuenti, di cui oltre 42 milioni sono persone fisiche e 1,3 milioni sono persone giuridiche. Tra le 107 province monitorate dalla CGIA, Roma emerge con il maggior numero di contribuenti Irpef: 2,9 milioni di persone, composti da 1,7 milioni di lavoratori dipendenti, 904 mila pensionati e 64.300 soggetti con redditi da partecipazione. Seguono Milano con 2,4 milioni di contribuenti, Torino e Napoli con 1,6 milioni ciascuna, Brescia con 927.100, Bari con 828.500, Bergamo con quasi 823 mila e Bologna con 796.700.

Per quanto riguarda le società di capitali, la distribuzione territoriale mostra una maggiore concentrazione in Lombardia, che ospita 259.805 aziende. Seguono il Lazio con 183.800, la Campania con 129.300 e il Veneto con quasi 106.800. Questo panorama complesso evidenzia le diverse dinamiche dell’evasione fiscale tra le varie regioni italiane, sottolineando la necessità di strategie mirate per combattere questo fenomeno e promuovere una maggiore fedeltà fiscale.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com