Ven. Lug 19th, 2024

Il nuovo tecnico giallorosso lascia alle spalle l’esonero da Cosenza e punta su Iemmello per rilanciare la squadra

Continua dopo la pubblicità...


CAMPAGNA-ANTINCENDIO-2024_6x3mt-4_page-0001
futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Nella sala stampa dello stadio Ceravolo, Fabio Caserta è stato presentato come nuovo allenatore del Catanzaro, succedendo a Vincenzo Vivarini trasferitosi a Frosinone. Caserta, ex tecnico del Cosenza, ha accolto con entusiasmo la nuova sfida nel capoluogo di regione, nonostante l’esperienza con i rivali di sempre sia stata turbolenta.

«È un’opportunità stimolante. Quando mi ha chiamato il Catanzaro sono venuto di corsa perché è una piazza gloriosa», ha esordito Caserta. Riguardo all’esonero da Cosenza, ha dichiarato: «Eravamo in linea con gli obiettivi iniziali a soli 3 punti dai playoff. Però non voglio più pensare al passato, so però quanto contano qui i derby».

Il tecnico, originario di Melito Porto Salvo, ha sottolineato la sua motivazione e la conoscenza del contesto locale: «Essendo calabrese so cosa si respira, so cosa si prova ad allenare, a giocare al Catanzaro. C’è una società importante e forte, e queste sfide sono anche delle sfide belle. È finito un ciclo, bisogna ricominciare e cercare di aprirne uno nuovo».

Tra le priorità indicate da Caserta c’è il mantenimento della categoria e la costruzione di una squadra competitiva: «La prima cosa che è stata chiesta dalla società è mantenere la categoria e cercare di fare un campionato dove bisogna lottare partita dopo partita. Il mercato è aperto e sicuramente la società farà di tutto per portare gente motivata». Caserta ha evidenziato l’importanza di Pietro Iemmello come punto di riferimento: «Ripartiremo anche da lui perché è un giocatore fondamentale per questa squadra, per questa piazza».

Sul mercato e sulle decisioni da prendere, Caserta si è detto fiducioso nelle capacità del nuovo direttore sportivo, Ciro Polito: «Abbiamo fatto diverse valutazioni. So come lavora, quindi sono molto tranquillo. Sicuramente ci sono alcuni reparti dove bisogna intervenire anche subito».

La presentazione di Caserta segna l’inizio di una nuova era per il Catanzaro, con l’obiettivo di consolidare e rafforzare la squadra per affrontare le sfide future con determinazione e spirito di rinnovamento.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com