Lun. Lug 22nd, 2024

Il Partito Democratico calabrese, guidato da Nicola Irto, si fa portavoce della crisi evidenziata dal rapporto 2023 di Bankitalia e chiede risposte urgenti al presidente della Regione, Roberto Occhiuto.

Continua dopo la pubblicità...


CAMPAGNA-ANTINCENDIO-2024_6x3mt-4_page-0001
futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il Partito Democratico della Calabria, sotto la guida del senatore Nicola Irto, ha espresso forte preoccupazione per la situazione economica della regione, basandosi sull’ultimo rapporto della Banca d’Italia. Secondo i dati del 2023, la crisi economica in Calabria si sta aggravando, portando a un incremento dell’emigrazione e dello spopolamento. «Il presidente Roberto Occhiuto risponda a questo doppio allarme della Banca d’Italia: in Calabria il tasso di occupazione è inferiore di 17 punti percentuali rispetto a quello nazionale e nel 2023 l’economia della regione è cresciuta molto meno del biennio precedente, segnato dalla pandemia», hanno dichiarato i dem calabresi.

Il quadro economico ricostruito dalla Banca d’Italia è desolante, con un aumento della disoccupazione, un’economia stagnante e famiglie in difficoltà che vedono diminuire il loro potere d’acquisto e hanno difficoltà di accesso al credito. «Il governo regionale di centrodestra non può rifiutare l’assunzione delle proprie responsabilità e deve fare i conti con la realtà», attacca il Pd. «Siamo abituati al comportamento di Occhiuto, che dipinge la Calabria come il Paese dei balocchi. Ma è irresponsabile suonare la cetra e incitare al ballo quando la crisi economica avanza e crea emigrazione e spopolamento».

I dem chiedono al centrodestra di confrontarsi urgentemente con le forze sindacali e le rappresentanze delle imprese. Inoltre, sottolineano che il settore terziario è in sofferenza e l’agricoltura in ginocchio a causa dei cambiamenti climatici, con conseguenze che si faranno sentire soprattutto durante l’estate. «A fronte dell’annunciata carenza idrica, la Regione ha pensato soltanto a feste, parate, tv e propaganda», conclude amaramente il Partito Democratico calabrese, evidenziando la mancanza di visione e prontezza del governo regionale di centrodestra nel rispondere ai problemi più gravi della Calabria.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com