Ven. Lug 12th, 2024

“A Scuola di Open Coesione”. Meritato secondo posto al concorso nazionale per i ragazzi del team “Archeo”

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Ottimo risultato per la classe IVD del Liceo scientifico Zaleuco guidato dal dirigente Carmela Rita Serafino, che, nell’ambito del progetto nazionale “A Scuola di Open Coesione“, ha ottenuto un meritato secondo posto, grazie al lavoro di monitoraggio su un progetto finanziato per il Museo e Parco Archeologico di Locri, che prevedeva il miglioramento della fruizione dell’area, mediante riconnessione dei percorsi di visita e applicazioni innovative.
I ragazzi, seguiti dalla referente, prof. Teresa Condò, e dall’Euro – kom di Gioiosa Jonica, nella persona di Alessandra Tuzza, dando vita al team “Archeo Zaleuco”, hanno indagato sull’utilizzo dei finanziamenti spesi per il sito archeologico, mettendo in evidenza, in modo efficace, punti di forza e debolezze. Nel percorso di monitoraggio hanno dato prova di saper ricoprire ruoli professionali di un certo rilievo, dal project manager all’analyst, dal designer al social media manager. “A Scuola di Open Coesione”, che fa capo a un team centrale con sede a Roma, segue ormai da anni questo percorso, esteso anche alle scuole secondarie di primo grado e alle scuole di diverse nazioni europee.
Attraverso questionari online, i ragazzi, parte integrante e attiva del loro territorio, suggeriscono nuove soluzioni per migliorarlo in maniera sempre più sostenibile. È ciò che ha fatto il team “Archeo Zaleuco”,
mettendo a fuoco alcune proposte sul Parco: l’installazione di totem; l’utilizzo di macchine elettriche con i bambini, per la visita al Parco esterno; l’upgrade dell’app per poter effettuare visite in 3D del Museo; l’introduzione di mezzi destinati al trasporto di turisti al Museo; l’impianto di colonnine di ricarica per le macchine elettriche. I ragazzi, quindi, che hanno attinto diverse informazioni dalla direttrice Elena Trunfio, con la collaborazione dell’assessore regionale Giovanni Calabrese e del sindaco Giuseppe Fontana, continueranno il monitoraggio sul sito, per garantire la realizzazione del progetto.

fonte gazzetta del sud

Print Friendly, PDF & Email