Mer. Lug 24th, 2024

Luigi Vaccaro, originario di Platania nell’hinterland lametino, ha condiviso la sua esperienza come consigliere comunale a San Luca, un comune reggino noto per le sue vicende legate alla ‘Ndrangheta. La città, amministrata da un commissario prefettizio per 11 anni a causa di infiltrazioni mafiose e tornate elettorali deserte, ha visto la lista di “Klaus Davi Sindaco”, alla quale Vaccaro si è unito, come un mezzo per ripristinare la democrazia a San Luca.

Continua dopo la pubblicità...


CAMPAGNA-ANTINCENDIO-2024_6x3mt-4_page-0001
futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Vaccaro è stato surrogato nel consiglio comunale a seguito delle dimissioni di alcuni consiglieri di minoranza. Durante l’ultima seduta, cruciale per l’approvazione del bilancio di previsione dell’ente, Vaccaro ha notato che la mancata approvazione avrebbe portato alle dimissioni dell’intera amministrazione e al ritorno alle urne.

Prima della discussione sul bilancio, Vaccaro ha chiesto di poter intervenire, ribadendo il suo impegno a favore della democrazia e della lotta contro la ‘Ndrangheta. Ha deciso di rimanere in consiglio comunale, consentendo l’approvazione del bilancio, anche se con la sua astensione, sottolineando l’importanza che la maggioranza del consiglio deve attribuire alla lotta contro la criminalità organizzata.

Il suo gesto riflette un impegno costante per la legalità e la democrazia a San Luca, dimostrando che la priorità deve essere la lotta contro la ‘Ndrangheta.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com