Gio. Apr 22nd, 2021

MILANO (ITALPRESS) – “Abbiamo sbagliato nella poca intensità senza palla, soprattutto nella prima mezz’ora e nel subire il secondo gol. Ma non è un fallimento cadere in queste partite, un fallimento sarebbe stare fermi dopo la caduta e invece dobbiamo ripartire e giocare con più ritmo, più intensità, più qualità già dalla partita di domani”. Stefano Pioli si aspetta una reazione del Milan già dal ritorno dei sedicesimi di Europa League, in programma domani a San Siro contro la Stella Rossa, dopo le due sconfitte con Spezia e Inter. “C’è consapevolezza e maturità nel gruppo ed è quello che ci sta permettendo di avere questo percorso. Era giusto che domenica non ci fossero sorrisi ma c’è la voglia di ripartire dalle nostre certezze, dalle nostre convinzioni, e dimostrare che siamo una squadra che può giocare un ottimo calcio e fare risultati vincenti. Dobbiamo stare compatti e uniti, imparare anche da queste sconfitte che ci faranno crescere per il futuro. Il gruppo è determinato a tornare a giocare ai livelli a cui siamo abituati”. Pioli ricorda che “mancano 90 giorni alla fine del campionato, voleranno via ma saranno determinati perchè sia una stagione positiva, molto positiva o eccezionale. E se saremo bravi, ne mancheranno 93 visto che il 26 maggio c’è la finale di Europa League. Questa squadra non si demoralizza con due risultati negativi”. L’Europa League resta dunque un obiettivo (“abbiamo qualità, risorse e giocatori per tenere alto il livello giocando ogni tre giorni”) e per quanto riguarda le polemiche sulla presenza di Ibrahimovic a Sanremo, “salterà un paio di allenamenti ma sarà a disposizione per le partite. Se c’è una persona, un campione in grado di reggere questo tipo di pressione, quello è assolutamente lui. Anzi, credo che da queste pressioni tragga più convinzione e motivazione per aiutare la squadra”.

In conferenza stampa alla vigilia di Milan-Stella Rossa anche Rafael Leao. “Non siamo meno forti perchè abbiamo perso le ultime due partite, lavoriamo tutti i giorni per fare bene in partita ed è l’obiettivo anche domani. Stiamo bene, siamo uniti, a testa alta – sottolinea l’attaccante portoghese – Sappiamo di non aver fatto bene nelle ultime due partite ma ci sta, abbiamo analizzato cosa abbiamo sbagliato e ora guardiamo avanti tutti uniti, vogliamo reagire. Anche se siamo una squadra giovane, abbiamo talento e voglia di dimostrarlo, vogliamo onorare questa maglia. Siamo il Milan ed entriamo sempre in campo per vincere. Domani sarà importante per noi, vogliamo andare avanti in questa competizione”. Leao potrebbe giocare da prima punta o sulla fascia ma “dovunque mi metta il mister darò il massimo, con le mie caratteristiche. Cerco sempre di aiutare la squadra, se posso fare un assist o un gol meglio, ma l’importante è vincere”. Infine una battuta su Ibra: “E’ come un fratello maggiore e con lui siamo più forti”.
(ITALPRESS).

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.