Mer. Lug 17th, 2024

Cinque legati ‘ndrangheta Cutro, arrestati per estorsione dalla Polizia di Stato su ordinanza del gip di Catanzaro. Indagini intercettazioni e supporto investigativo varie unità

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


Cinque individui, presumibilmente legati alla ‘ndrangheta di Cutro, sono stati arrestati con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso dalla Polizia di Stato. L’azione è stata compiuta in ottemperanza a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Catanzaro su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della città.

L’indagine, avviata nel settembre del 2023, ha preso avvio dalle testimonianze di un imprenditore che si è trovato vittima delle richieste estorsive. Il coinvolgimento dei membri delle famiglie Ciampà-Martino è emerso grazie a ulteriori prove raccolte tramite intercettazioni telefoniche, ambientali e telematiche, oltre alle dichiarazioni di altri imprenditori che si sospettava fossero potenziali vittime.

Le indagini hanno rivelato che gli indagati avrebbero utilizzato minacce o tentativi di minaccia per costringere gli imprenditori a versare somme di denaro non dovute.

L’operazione, che ha avuto luogo all’alba, è stata condotta da un contingente di circa cento uomini e donne della Polizia di Stato, con il supporto del Servizio Centrale Operativo – Sezione Investigativa di Catanzaro, delle Squadre mobili di Catanzaro e Reggio Emilia, del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza e delle unità cinofile della Questura di Vibo Valentia.

Print Friendly, PDF & Email