Lun. Lug 15th, 2024

Ponte sullo Stretto: le reazioni della politica dopo l’approvazione del decreto

Il Commissario Lega Calabria, Giacomo Francesco Saccomanno“esprime entusiasmo e sostegno per il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina, un’opera imponente che segnerà una nuova era di progresso e sviluppo per l’Italia. Grazie all’impegno di Matteo Salvini e della Lega, la realizzazione del ponte diventa finalmente una realtà dopo oltre cinquant’anni di chiacchiere e promesse non mantenute. Il Ponte sullo Stretto rappresenta una risposta concreta alle esigenze di 5 milioni di siciliani e 2 milioni di calabresi, migliorando la connettività tra le due regioni e promuovendo lo sviluppo socio-economico del territorio. Il progetto, inoltre, contribuisce alla lotta contro il cambiamento climatico, riducendo le emissioni di CO2 di almeno 140.000 tonnellate e salvaguardando l’ambiente”.

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

“L’opera favorirà l’efficienza nei trasporti e la mobilità, riducendo i tempi di percorrenza e promuovendo lo sviluppo di nuove linee ferroviarie ad alta velocità. Il ponte diverrà, inoltre, un simbolo di eccellenza ingegneristica italiana e un’attrazione turistica di eccezionale richiamo, valorizzando il patrimonio culturale e naturale delle regioni coinvolte”.

“Il progetto del Ponte sullo Stretto gode dell’approvazione e della partecipazione delle istituzioni europee e prevede un rigoroso controllo degli appalti per garantire trasparenza e legalità nella realizzazione dell’opera. Con l’approvazione del progetto esecutivo entro l’estate 2024, si darà il via alla costruzione del ponte, avvicinando sempre più la realizzazione di questa storica infrastruttura”.

Il Commissario Lega Calabria, Giacomo Francesco Saccomanno, sottolinea “l’importanza dell’opera e l’impegno di Salvini e della Lega nel portare avanti un progetto che porterà numerosi vantaggi per la popolazione e per la nazione. La realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina rappresenta un passo fondamentale verso il rafforzamento della coesione territoriale e lo sviluppo sostenibile dell’Italia”.

Ponte sullo Stretto, Ternullo (FI): “abbiamo vinto una battaglia cominciata da Berlusconi”

 Finalmente la Sicilia e l’Italia intera beneficeranno di un’opera strategica per lo sviluppo e la coesione del nostro Paese. Lo attendevamo da troppo tempo e adesso sarà realtà. Il Ponte sullo Stretto rappresenta una sfida tecnologica e ingegneristica senza precedenti, che porterà benefici economici, sociali e ambientali a tutto il territorio. Ringrazio il Governo per aver mantenuto l’impegno preso con i cittadini e aver dato il via libera a questo progetto fondamentale per il rilancio dell’Italia”. Lo afferma la senatrice di Forza Italia Daniela Ternullo e componente della Commissione Affari Costituzionali, la quale esprime grande soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del decreto che sblocca la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina.

Ternullo ricorda anche il ruolo svolto da Forza Italia nella promozione e nel sostegno dell’opera: “Forza Italia ha sempre creduto nel Ponte sullo Stretto come simbolo di modernità e innovazione. Ricordo che la posa della prima pietra è stata fatta nel 2008 con l’ultimo governo Berlusconi, il quale ha lavorato con determinazione e coerenza per superare le resistenze e le polemiche di chi voleva bloccare o ritardare questa grande opportunità. Ecco perché ringrazio anche lui, per averci sempre creduto nonostante le reticenze dei governi di sinistra degli ultimi anni. Oggi possiamo dire di aver vinto una battaglia storica per il bene del nostro Paese”.

Ponte sullo Stretto, Loizzo: “giornata epocale”

“L’approvazione del piano sul Ponte dello stretto da parte del Consiglio dei ministri di oggi rappresenta una svolta epocale per la quale va dato atto a Matteo Salvini di avere, in pochissimi mesi, fatto un lavoro straordinario”. Lo afferma l’on. Simona Loizzo deputato della Lega. “Dopo decenni di stasi – dice Loizzo – e anche di risorse sprecate si cambia registro dando vita a un’opera strategica destinata a cambiare le sorti del mezzogiorno. Con il Ponte Sicilia e Calabria si legano finalmente all’Europa e innescano meccanismi collaterali che porteranno ad altre infrastrutturazioni. Salvini è riuscito laddove hanno fallito altri dimostrando un senso di concretezza impressionante”.

Ponte sullo Stretto, Caronia (Lega): “opera di portata storica”

Una straordinaria opportunità per unire la Sicilia alla Calabria e quindi al resto del Paese con un’opera infrastrutturale di portata storica che confermerà nel mondo il genio dell’ingegneria italiana. Il Ponte sullo Stretto, grazie all’accelerazione data dal ministro Matteo Salvini, diventa realtà dopo cinquant’anni di chiacchiere e di spese abnormi che hanno portato solo a sprechi e nel migliore dei casi a vertenze giudiziarie. Con il via libera in Consiglio dei Ministri il progetto esecutivo del ponte e la consegna dei lavori potranno avvenire già nel 2024. Sarà il più grande ponte a campata unica del mondo con 3,3 km di estensione. Automobili e camion viaggeranno senza interruzioni dalla Sicilia alla Calabria e viceversa, mentre i treni ridurranno il tempo di percorrenza per l’attraversamento del canale di Sicilia di un’ora e mezza. In questa maniera anche l’alta velocità ferroviaria diventa realtà, tanto che assieme al Ponte sullo Stretto, il ministro Salvini ha dato il via libera anche all’ammodernamento della rete ferroviaria, per l’alta velocità nelle tratte Palermo-Catania-Messina. Sottolineiamo come il ponte veda anche il coinvolgimento diretto dell’Unione Europea riguardo al finanziamento dei lavori. Poche settimane fa, infatti, la Commissione Europea ha sposato il progetto di collegamento tra la la Sicilia e il continente nell’ottica del completamento del cosiddetto corridoio 1 Palermo-Berlino. Non va dimenticato che il ponte sarà un’attrazione turistica mondiale che porterà maggiori presenze anche nella nostra Sicilia. Siamo certi, così come già preannunciato Matteo Salvini, che ci sarà il massimo scrupolo riguardo ad ogni possibile infiltrazione della criminalità negli appalti e negli affidamenti per la realizzazione dell’infrastruttura. Vogliamo ancora ringraziare il nostro leader Matteo Salvini per la straordinaria attenzione che sta mostrando verso la Sicilia e il Mezzogiorno con l’obiettivo di rendere lo sviluppo della nazione omogeneo e per annullare nel tempo il gap accumulato con le regioni più ricche d’Italia e le aree eonomicamente più forti dell’Europa”. Lo afferma Marianna Caronia, capogruppo della Lega all’Assemblea regionale siciliana, in una nota sottoscritta dai deputati Pippo Laccoto e Vincenzo Figuccia, insieme agli assessori Luca Sammartino e Mimmo Turano.

Ponte sullo Stretto, Zinzi: “grazie al ministro Salvini riprende percorso fondamentale per il Paese”

“Oggi riprende un percorso fondamentale non solo per le infrastrutture del sud Italia, ma per l’intero Paese. L’ok in Cdm al Decreto Ponte apre la strada a una realizzazione fondamentale per i collegamenti da e per la Sicilia, e ad un’infrastruttura moderna, adeguata alle richieste di sicurezza e, soprattutto, capace di tutelare l’ambiente, consentendo una riduzione delle emissioni di CO2. Un traguardo storico raggiunto grazie all’impegno e alla costanza del Ministro Salvini che, alla guida del Mit, ha rimesso in moto gli interventi infrastrutturali del nostro Paese”. Lo dichiara il deputato della Lega e capogruppo in commissione Ambiente, Gianpiero Zinzi.

Ponte sullo Stretto, Vono: “grande soddisfazione”

 “Grande soddisfazione per il decreto Ponte sullo Stretto approvato in Consiglio dei Ministri, su input del Ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini. Il punto di partenza per un’opera infrastrutturale ora strategica e inserita nel Piano nazionale e che permetterà la realizzazione del collegamento stabile tra Calabria e Sicilia. Un lavoro cominciato durante la scorsa legislatura con la costituzione dell’intergruppo parlamentare, che sono onorata di aver creato e guidato nelle azioni politiche e che ha riportato con forza l’attenzione su questa opera ingegneristica di grande valore per il nostro Paese. Il decreto di oggi, grazie all’operatività del governo di centro destra, è una svolta epocale soprattutto per quello che rappresenterà a livello di sviluppo economico e sociale che parte finalmente dal Sud. Ringrazio il Presidente Berlusconi che per primo ha riconosciuto l’importanza di quest’opera infrastrutturale, e continuerò a lavorare in Forza Italia, come ho fatto fin da subito proponendo anche il ddl sul ponte che prevedeva di inserire quest’opera nell’albo nazionale delle opere infrastrutturali strategiche, per sostenere lo sviluppo economico-sociale direttamente legato alla realizzazione dell’infrastruttura e di tutte le opere di compensazione”. Così Silvia Vono, già parlamentare della Repubblica per Forza Italia.

strettoweb

Print Friendly, PDF & Email