Mer. Lug 17th, 2024

Salvini: “il ponte crea lavoro e crea sviluppo e quindi toglie terreno fertile alla mafia”

Il ministro delle Infrastrutture e leader della Lega, Matteo Salvini, ha partecipato ad un convegno sulle infrastrutture a Palermo, organizzato dall’eurodeputato leghista Annalisa Tardino, in cui si è parlato ovviamente di Ponte sullo Stretto. “Mi sento più siciliano dei siciliani. Dire che l’infrastruttura stabile tra Calabria e Sicilia non si può fare perché c’è la mafia equivale ad arrendersi. Il ponte crea lavoro e crea sviluppo e quindi toglie terreno fertile alle mafie”, esordisce l’esponente del Governo Meloni.

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

“Vorrei rimarcare che il Ponte costa meno di un anno di Reddito di Cittadinanza”, sottolinea Salvini che spiega “spesso non mancano i soldi, quelli ci sono, ma i lavori, poi,  partono in ritardo o non partono per varie storture burocratiche. Per questo abbiamo deciso di puntare su nuovo codice degli appalti pubblici”. “Se si spendono miliardi per correre veloci in treno non possiamo fermarci a Scilla e Cariddi. Realizzare il  Ponte costringe a fare anche le altre infrastrutture”, evidenza Salvini.

Per il Prof. Enzo Siviero, uno dei massimi esperti internazionali di ponti, il Ponte sullo Stretto “è un’opera assolutamente realizzabile e la comunità scientifica internazionale aspetta da tempo la realizzazione di questa infrastruttura strategica”

strettoweb

Print Friendly, PDF & Email