Gio. Lug 18th, 2024

Un progetto finanziato dal Pon Legalità 2020-2024 per monitorare aree strategiche della città

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il Comune di Reggio Calabria sta per attuare un significativo potenziamento della sicurezza urbana grazie alle risorse europee destinate al progetto di videosorveglianza. Dopo due anni dall’approvazione del progetto di fattibilità, è stato dato il via libera alla progettazione esecutiva dell’intervento, finanziato attraverso il Pon Legalità 2020-2024. L’amministrazione Falcomatà ha accelerato per non perdere l’opportunità di migliorare la sicurezza delle aree critiche della città.

In un contesto in cui gli organici delle forze dell’ordine sono limitati, il Piano finanzia l’installazione di ventiquattro telecamere multifocali e nove lettori di targa, sia fissi che mobili, per il controllo del territorio. Questi strumenti tecnologici saranno integrati con sistemi di intelligence per migliorare il monitoraggio e il presidio di legalità nelle zone vulnerabili.

Le aree identificate come punti critici dal progetto includono il centro città e la sua cintura urbana, con siti come Modena/Ciccarello, Rione Marconi/Viale Europa, Piazza Garibaldi e Palazzo San Giorgio. La realizzazione del progetto si concentrerà su queste località, assicurando una supervisione continua delle attività tramite la Sala operativa della Polizia Locale, sia in tempo reale che in modalità di riproduzione (playback).

Questo intervento mirato non solo rafforzerà la sicurezza pubblica, ma rappresenterà anche un passo importante verso la modernizzazione e l’efficienza nell’uso delle risorse per garantire un ambiente urbano più sicuro e controllato.

3.5

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com