Ven. Lug 12th, 2024

Nelle vacanze di Pasqua si è svolto, a Golfo Aranci, la primissima edizione dell’evento “fioriamo”, nei giorni 16,17 e 18 aprile. Questa era un’iniziativa volta alla promozione del contatto tra l’uomo e la natura, non solo esposizioni floreali, ma un vero e proprio laboratorio di idee per stimolare la creatività degli isolani. In generale, comunque, Golfo Aranci è una terra che vanta turisti da tutta Italia ma anche dal resto del mondo, perciò merita di essere visitata a prescindere dagli eventi culturali, enogastronomici o di altra natura. In particolare, Golfo Aranci è molto semplice da raggiungere grazie ai numerosi traghetti che collegano diversi porti italiani alla Sardegna, ad esempio, se sei interessato a trascorrere le tue vacanze estive, puoi prenotare il traghetto da savona a golfo aranci.

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Ora approfondiamo insieme l’evento che ha visto protagonista la natura e la sua relazione con l’uomo.

Programma dell’evento

Nella giornata di sabato 16 si è svolta sin dalla mattina una attività educativa chiamata “piantiamo insieme”, con la quale si è cercato di sensibilizzare i più piccoli alla tutela dell’ambiente e la conservazione del patrimonio ambientale attraverso la semina di piante da orto. Si è proseguito con un laboratorio sulla Pompia, una particolare varietà di limone tipica del comune di Siniscola, sulla costa orientale dell’isola. Ci si è concentrati sulla storia del frutto e sui suoi particolari utilizzi, soprattutto nei dolci. Nel pomeriggio un laboratorio di cucina vegana e un’attività di decorazione delle uova pasquali con tinture naturali. Domenica pomeriggio si è svolta l’attività “il mondo delle api”, un’attività volta alla comprensione dell’importanza che questi insetti rivestono per la sopravvivenza dell’uomo e dell’ambiente. In seconda battuta qualcosa di più pratico ed impegnativo, il laboratorio di metalli. Trattasi della trasformazione di una semplice lastra di metallo in un gioiello decorato attraverso la tecnica dello sbalzo e cesello. Il giorno di Pasquetta è stato certamente il più intenso: la mattina si è svolta una passeggiata per le vie della città e a Cala Moresca, per riconoscere e studiare le erbe spontanee e medicinali della zona, retaggio della vecchia tradizione della medicina popolare sarda; lo studio è stato poi finalizzato a competere nella caccia al tesoro, per vincere la quale bisognava riconoscere e classificare le erbe ed i fiori del parco. Il pranzo è stato organizzato per essere un picnic ecosostenibile, nel senso che veniva richiesto il non utilizzo di plastica monouso, per ridurre al minimo la produzione di rifiuti. Nel pomeriggio, in ultimo, si è svolta un’attività chiamata “Far fiorire la mentalità. Come superare i blocchi interni”, un piccolo main training per approcciare alle difficoltà procurate dai blocchi mentali e cercare di superarli.

Un importante segnale di ripresa

L’iniziativa, promossa dal comune di Golfo Aranci, oltre ad aver riscosso un importante successo, ha posto l’accento nuovamente sull’importanza, dal punto di vista turistico, di una organizzazione efficiente di eventi culturali ed educativi, molto utili per un recupero economico di una comunità che, come tante altre dell’isola, vive di turismo e tradizione. La stagione estiva 2022 sarà un’occasione d’oro, considerando i dati sulle prenotazioni, i quali affermano che dopo la tragica flessione del turismo nei due anni di pandemia, quest’estate sarà di nuovo ricca di turismo e lavoro per ristoratori e commercianti, come nel periodo pre-covid.

Print Friendly, PDF & Email