Ven. Lug 19th, 2024

In seconda elementare, i risultati di Matematica mostrano un lieve miglioramento rispetto al 2023, mentre quelli di Italiano continuano a diminuire dal 2022. In quinta elementare, Matematica e Inglese segnano una crescita significativa, con risultati di Inglese superiori ai livelli prepandemici. Persistono forti divari territoriali, soprattutto nelle regioni meridionali.

Continua dopo la pubblicità...


CAMPAGNA-ANTINCENDIO-2024_6x3mt-4_page-0001
futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

In seconda elementare il rapporto Invalsi 2024 riscontra prime indicazioni di una inversione di tendenza dei risultati in Matematica mentre in Italiano dal 2022 continua a diminuire la quota di alunni che raggiungono almeno la fascia base. In Matematica nel 2024 si osserva una ripresa: nonostante gli esiti siano ancora significativamente meno buoni di quelli registrati nel 2019 e nel 2021, i dati evidenziano un lieve miglioramento che, se confermato in futuro, potrebbe segnare l’inizio della ripresa in un grado scolastico così importante. E’ infatti in crescita, rispetto al 2023, la percentuale di allievi che raggiungono almeno il livello base (almeno in fascia 3). In Italiano si assiste invece ad una diminuzione della quota di alunni che raggiunge almeno il livello base previsto: è circa il 67% (era il 69% nel 2023 e il 73% nel 2022); in Matematica, circa il 67% (era il 64% nel 2023 e il 71% nel 2022) raggiunge almeno il livello base. L’andamento degli esiti di V elementare è piuttosto differenziato in base alla disciplina, ma prevalgono le note positive rispetto a quelle meno favorevoli. Ad eccezione dell’Italiano, i cui esiti sono stabili, in Matematica e soprattutto in Inglese si riscontra una inversione nell’andamento dei risultati, con una crescita statisticamente significativa per entrambe le prove di Inglese. In Italiano circa il 75% (era il 74% nel 2023 e l’80% nel 2022) raggiunge almeno il livello base; in Matematica circa il 68% (era il 63% nel 2023 e il 66% nel 2022) raggiunge almeno il livello base. Anche i risultati d’Inglese sono nuovamente in crescita dopo il calo del 2023 e superiori ai livelli prepandemici. Il 95% (era l’87% nel 2023, il 94% nel 2022) degli allievi e delle allieve raggiunge il prescritto livello A1 del QCER nella prova di lettura (Reading), mentre nella prova di ascolto (Listening) è l’86% di allievi e allieve (erano l’81% nel 2023 e l’85% nel 2022) a raggiungere il prescritto livello A1. Invalsi riscontra ancora una differenza dei risultati tra scuole e tra classi più accentuata nelle regioni meridionali, specie per quanto riguarda la Matematica e la prova di Listening. Nella macro-area Sud e Isole infatti, la la quota di chi non raggiunge il livello A1 è circa doppia rispetto al dato nazionale e più che doppia rispetto all’Italia Settentrionale. “Ci sono forti divari territoriali che si nascondono anche all’interno dei grandi agglomerati urbani – ha osservato il presidente di Invalsi, Roberto Ricci, riferendosi ai Comuni con più di 200 mila abitanti. “Questo signiica che è necessario un cambio di passo valutando caso per caso: la classe non deve essere un monolite”.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com