Ven. Lug 19th, 2024

Con decreto del Ministero dell’Interno del 30/05/2023 al Comune di Bova Marina guidato dal sindaco Saverio Zavettieri è stato assegnato un contributo di 100.000.00 € per la realizzazione di un progetto di video-sorveglianza con l’obbiettivo di “rafforzare le condizioni di legalità per lo sviluppo economico dei territori delle Regioni target”.

Continua dopo la pubblicità...


CAMPAGNA-ANTINCENDIO-2024_6x3mt-4_page-0001
futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Viva soddisfazione è stata espressa dall’assessore al ramo, l’architetto Elvira Tuscano che ha curato con l’ufficio tecnico la proposta progettuale risultata idonea e vincente tra le 53 ammesse a finanziamento tra tutte quelle presentate nelle regioni meridionali.
La soddisfazione è piu’ che giustificata se si pensa che “finalmente, si raggiunge un obiettivo importante, quello cioè di rendere più sicuro, ordinato e regolato il Comune di Bova Marina ed il suo vivere civile, stante la ben nota carenza del servizio di Polizia locale e dei controlli sul territorio che ha lasciato campo libero alla pratica dell’abusivismo, di trasgressioni di varia natura e di abbandono di rifiuti in ogni dove nell’ambito cittadino”.
“Dopo due tentativi mancati – aggiunge l’assessore Tuscano – con l’esclusione del nostro Comune nei bandi pubblicati dal Ministero dell’Interno per gli anni 2020 e 2021, con fondi statali a causa dei criteri e parametri adottati, tra cui l’alta quota di cofinanziamento, che hanno penalizzato i Comuni meridionali, il Programma Operativo Complementare “Legalità” 2014-2020 con Fondi Comunitari è stata l’occasione che potevamo perdere e che non è stata persa anche per l’interlocuzione e la collaborazione che si è realizzata con gli uffici competenti della Prefettura di Reggio Calabria. Il Comune di Bova Marina – conclude l’assessore – ha il dovere di informare chi di dovere unitamente alla cittadinanza tutta, di aver avanzato tramite il proprio Avvocato istanza alla Guardia Costiera e alla Stazione dei C.C. di sgombero del Capannone di Via Marina dagli oggetti e dai beni sequestrati a suo tempo nella spiaggia del centro abitato giacché, la disponibilità del locale di proprietà del Comune è indispensabile per la realizzazione del progetto Aspromonte in Città finanziato dalla Città Metropolitana ed entrato da tempo, nella sua fase esecutiva”.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com