Lun. Lug 15th, 2024

I sindacati tentano la trattativa sollecitando le istituzioni a intervenire per salvare la struttura, i 24 ospiti e i 19 lavoratori. Incognite sulla ricollocazione del personale e sul futuro di housing sociale del complesso

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

La decisione di chiudere definitivamente la Casa di Riposo Don Orione è stata annunciata oggi dall’Opera Antoniana delle Calabrie, l’ente di cui la struttura fa parte. Dopo oltre 40 anni di servizio alla comunità, il 31 dicembre 2024 segnerà la fine dell’attività della casa di riposo, un’istituzione che ha accolti e assistito 24 ospiti e ha impiegato 19 lavoratori.

Negli ultimi anni, nonostante sforzi costanti per riorganizzare e mantenere la qualità dell’assistenza senza oneri aggiuntivi per le famiglie e con l’intento di salvaguardare i posti di lavoro, la casa di riposo Don Orione ha dimostrato di non essere più economicamente sostenibile. Questo è dovuto in parte al mancato sostegno da parte delle istituzioni pubbliche, che hanno tardato nel fornire risposte e convenzioni per l’erogazione di prestazioni sanitarie attraverso il Servizio Sanitario Nazionale.

L’Opera Antoniana ha sottolineato che nonostante gli interventi finanziari della Congregazione Orionina, che ha investito 5 milioni e 700 mila euro dal 2010 per evitare il fallimento della struttura, questa situazione non è più sostenibile nel lungo termine.

Questo annuncio è stato fatto nel corso di incontri con sindacati, lavoratori e famiglie degli ospiti, con l’obiettivo di garantire una transizione il più possibile delicata per tutte le parti coinvolte.

Print Friendly, PDF & Email