Mar. Lug 16th, 2024

Tre Serate di Celebrazioni, Fede e Comunità nel cuore di Roccella Jonica.

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Ci troviamo in questo meraviglioso Santuario della Madonna delle Grazie, incastonato nella splendida Vallata Zirgone. Un luogo storico, ricco di tradizioni secolari, che quest’anno si prepara a una novena dedicata alla pace nel mondo, culminando nella grande festa del 7 luglio.

Francesco Ursino, come sono andate queste prime tre serate al santuario? “Innanzitutto, lasciatemi ringraziare la vostra emittente per l’attenzione che ogni anno dedica a questo momento magico per il nostro paese. La festa di Roccella è un evento che coinvolge non solo i residenti, ma anche i nostri concittadini all’estero. Già vediamo nelle strade qualche argentino, canadese o statunitense che è tornato appositamente per l’occasione.

Questo luogo straordinario è tra i principali obiettivi del comitato, che si impegna a preservarlo al di là dei festeggiamenti civili. La difesa del santuario è stata la richiesta prioritaria sin dall’insediamento di Padre Francesco a Roccella. Abbiamo sacrificato la festa per anni per recuperare il santuario, e oggi possiamo vedere i frutti di questi sforzi. Il comitato, composto da uomini e donne straordinari, si dedica completamente alla pulizia e al decoro del santuario e delle aree circostanti sin da aprile. Quest’anno, abbiamo accolto nuovi membri, come Francesco Cavallaro, Salvatore Ursino e Vincenzo Candano, che hanno dato anima ed entusiasmo al progetto.

Le prime tre serate sono state straordinarie. Abbiamo celebrato messe che finalmente hanno raggiunto i risultati che speravamo. Ho visto la gente partecipare, divertirsi e gustare i nostri piatti tipici. Artisti del calibro di Tiziana Romeo, Bruno Ferò e Manuela Cricelli hanno reso queste serate indimenticabili. Questo successo mi ispira a programmare e avere nuove idee per gli anni a venire, perché questi artisti meritano palcoscenici ancora più grandi.

Per quanto riguarda il programma del 6 e 7 luglio, avremo due momenti importanti. Sabato 6, la fanfara dei Carabinieri del 10° Reggimento Campania, un regalo straordinario del Capitano Marco Zavattaro, ex comandante della nostra compagnia, oggi a Modena. Grazie al suo impegno, al comandante Francesco Albanesi e all’amministrazione comunale, siamo riusciti a realizzare questo evento.

Domenica 7, finalmente avremo con noi Alberto Bertoli, un artista che abbiamo inseguito per anni. Grazie al manager Ferdinando Bruno, siamo riusciti a portarlo qui nonostante i suoi numerosi impegni. È una grande soddisfazione avere il figlio di un mito della mia generazione a esibirsi a Roccella.

Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo evento e invito tutti a partecipare alle celebrazioni. Che sia un momento di gioia, fede e comunità per tutti noi.”

Print Friendly, PDF & Email