Mar. Giu 25th, 2024

Nel cuore della Calabria, il Catanzaro ha regalato ai suoi tifosi un’apoteosi calcistica al Ceravolo, prevalendo sul Venezia con un risultato finale di 3-2, in una partita caratterizzata da una pioggia incessante e una serie di emozioni che hanno tenuto gli spettatori con il fiato sospeso fino all’ultimo minuto.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

L’inizio della sfida ha visto il Catanzaro prendere l’iniziativa, con Pontisso che ha aperto le marcature dopo appena cinque minuti di gioco, incornando di testa un cross preciso di Sounas. Tuttavia, la risposta del Venezia non si è fatta attendere, con Idzes che ha pareggiato i conti, anche se l’azione è stata annullata per fuorigioco dopo un lungo intervento del VAR.

Il temporale che si è abbattuto sullo stadio ha costretto una sospensione temporanea della partita, ma una volta ripresa, entrambe le squadre hanno continuato a lottare sotto una pioggia persistente. Il Venezia è passato in vantaggio con Idzes, ma il Catanzaro ha reagito prontamente, pareggiando i conti con un gol di Iemmello.

Il secondo tempo ha visto il Venezia rimanere in dieci uomini a causa dell’espulsione di Sverko, dando al Catanzaro l’opportunità di prendere il controllo del gioco. Un altro gol di Iemmello, purtroppo annullato per fuorigioco, ha alimentato l’agonia dei tifosi locali.

Tuttavia, è stato proprio Iemmello a diventare l’eroe della giornata, trasformando un rigore al 90′ dopo che Donnarumma è stato toccato in area di rigore. Nonostante un primo tentativo fallito, il VAR ha fatto ripetere il rigore, e questa volta Iemmello non ha sbagliato, regalando al Catanzaro una vittoria memorabile e portando la squadra a 60 punti in classifica.

Il pubblico presente al Ceravolo è esploso di gioia, celebrando l’eroismo della propria squadra in una partita epica che rimarrà a lungo nei ricordi dei tifosi.

Il tabellino

US CATANZARO 1929 (4-4-2): Fulignati; Oliveri (Stoppa 80′), Antonini, Scognamillo, Veroli (Miranda 81′); Sounas (Donnarumma 68′), Pontisso, Petriccione (Verna 68′), Vandeputte; Iemmello, Ambrosino (Biasci 43′). A disposizione: Sala, Borrelli, Verna, Brignola, Stoppa, Pompetti, Biasci, Krajnc, Miranda, Donnarumma. All.: Vivarini

VENEZIA FC (3-5-2): Joronen; Idzes, Svoboda, Sverko; Zampano, Busio (Ellertsson 71′), Tessmann, Lella (Altare 59′) Bjarkason; Pohjanpalo (Gytkjaer 81), Pierini. A disposizione: Bertinato, Grandi, Gytkjaer, Altare, Jajajlo, Tcheychev, Dembele, Ullmann, Andersen, Ellertsson, Olivieri. All.: Vanoli.

Arbitro dell’incontro: Ayroldi; assistenti: Baccini – Barone; quarto ufficiale: Vogliacco; Var: Paterna; Avar: Di Vuolo.

Ammoniti: Sounas (C), Scognamillo (C).
Espulsi: Sverko (V).

Print Friendly, PDF & Email