Sab. Lug 13th, 2024

Esperti e amministratori locali a confronto a Gerace per discutere soluzioni innovative e pratiche sostenibili in ambito edilizio e ambientale

Continua dopo la pubblicità...


futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Ha riscontrato grande consenso il 2° Incontro Stakeholder del Progetto KARMA: “Costruire il Futuro: Economia Circolare e Costruzioni. Piani di Sostenibilità Municipale ed Esperienze – PAESC” tenutosi il 9 luglio 2024 presso il Palazzo Municipale di Gerace. Organizzato dall’Associazione Eurokom in collaborazione con la Regione Calabria e il Comune di Gerace, l’evento ha riunito esperti del settore, amministratori locali e rappresentanti di organizzazioni non profit per discutere le opportunità e le sfide dell’economia circolare nel settore delle costruzioni.

L’incontro è iniziato con i saluti istituzionali di Loredana Panetta, Vice Presidente di Eurokom, e Nicolò Palermo, Vice Presidente del Consiglio Direttivo di Eurokom. Giovanna Petrungaro e Nicola Mayerà, responsabili del progetto KARMA, hanno rappresentato la Regione Calabria, mentre l’assessore di Gerace, Marisa Larosa, ha portato i saluti del sindaco Rudi Lizzi e della comunità locale.

Successivamente Caterina Praticò, esperta di programmi di cooperazione di Eurokom, ha introdotto e presentato il progetto KARMA, sottolineando l’importanza di promuovere pratiche di economia circolare nelle costruzioni per raggiungere obiettivi di sostenibilità ambientale e sviluppo economico. Ha spiegato come l’approccio dell’economia circolare, basato sul modello delle tre R (ridurre, riusare e riciclare), sia fondamentale. Ridurre significa produrre beni e servizi usando meno materie prime naturali, riusare si applica a modelli come il noleggio e l’utilizzo di beni di seconda mano e, riciclare, implica la trasformazione dei rifiuti in nuovi prodotti o materiali utili.

E’ seguito l’intervento di Michelangelo Giansiracusa, Sindaco del Comune di Ferla (SR), che ha condiviso le esperienze del suo comune nell’implementazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC). Ha inoltre illustrato le iniziative per ridurre le emissioni di CO2 e migliorare l’efficienza energetica degli edifici pubblici e privati, sottolineando l’importanza della pianificazione del PAESC per attivare processi di consapevolezza nelle amministrazioni e trovare soluzioni pratiche a problemi legati a tematiche come acqua, energia e rifiuti.

Valter Puliti, Responsabile delle Azioni di Economia Circolare per l’Associazione Sfera Sociale no Profit, ha discusso le azioni concrete a supporto degli obiettivi dell’AGENDA 2030. Ha posto in evidenza come l’economia circolare possa contribuire significativamente alla realizzazione dei PAESC, migliorando la gestione dei rifiuti e incentivando il riuso dei materiali. Ha sottolineato l’importanza della progettazione sostenibile, del recupero di materiali esistenti e dell’uso di fonti rinnovabili.

Barbara Sarnari, Vice Presidente di SVI.MED – Centro EuroMediterraneo per lo Sviluppo Sostenibile, ha presentato il progetto CARDIMED e altri progetti correlati (WALL2WATER, NAWAMED, URWAN). Questi progetti mirano a trasformare edifici da consumatori a produttori di acqua, utilizzando tecnologie avanzate e pratiche sostenibili.

L’incontro si è concluso con una sessione di domande e risposte, moderata da Alessandra Tuzza, Giornalista e Presidente del Consiglio Direttivo di Eurokom. I partecipanti hanno avuto l’opportunità di approfondire i temi trattati e di scambiare idee su come implementare le soluzioni discusse nelle loro realtà locali. Gli organizzatori e i partecipanti hanno espresso grande soddisfazione per i risultati raggiunti, sottolineando l’importanza di continuare a lavorare insieme per costruire un futuro sostenibile.

Print Friendly, PDF & Email