CHIUSE INDAGINI “OPERAZIONE ROBIN HOOD” 18 INDAGATI

385

Truffa, estorsione aggravata dal metodo mafioso, corruzione, peculato, turbativa d’asta ed abuso d’ufficio. Questi i reati per i quali la Procura di Catanzaro ha chiuso l’inchiesta denominata “Robin Hood” condotta sul campo dalla Guardia di Finanza di Vibo Valentia e dai carabinieri del Ros. Gli indagati destinatari dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari sono 18 e fra loro l’ex assessore regionale al Lavoro, Nazzareno Salerno (attualmente ai domiciliari), Pasqualino Ruberto, di Lamezia Terme, ex presidente di Calabria Etica, societa’ in house della Regione Calabria, l’ex direttore generale del dipartimento regionale Lavoro Vincenzo Caserta, il funzionario di Equitalia di Vibo, Vincenzo Spasari, gli avvocati Francesco Masciari e Valerio Grillo, Damiano Zinnato, cognato del boss Luigi Mancuso di Limbadi ed assunto in Calabria Etica. L’inchiesta mira a per far luce sull’appropriazione dei fondi destinati al Credito sociale. In particolare, l’attivita’ della Guardia di Finanza di Vibo Valentia e del Ros di Catanzaro ha accertato l’esistenza di un presunto “comitato d’affari” che avrebbe distratto i finanziamenti comunitari vincolati al progetto regionale “Credito sociale”, indirizzandoli su conti correnti di società private, anche all’estero.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.