AGENDA

Dic
12
mar
2^ Fiera Aspettando il Natale @ Piazza Portosalvo
Dic 12@12:57–Dic 23@22:00

La Pro loco della città si Siderno con il patrocinio del Comune organizza la seconda fiera Aspettando Il Natale, l’evento è programmato dal 12 al 23  dicembre p.v. e si svolgerà in piazza Portosalvo; gli orari d’apertura saranno tutti i giorni dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 22.00.

L’evento prevede espositori anche da fuori regione la cui offerta comprende svariate categorie merceologiche, tipicità alimentari e artigianato locale, articoli natalizi.

Nell’avvicinarsi delle festività natalizie, con questo ulteriore evento contiamo di poter contribuire alla promozione positiva della nostra città creando momenti di aggregazione e svago, favorendo tanta sana socialità e cordialità nella comunità cittadina tutta, oltre alle positive ricadute economiche che ne deriveranno.

Convinti della bontà manifestazione e della grande affluenza di pubblico che ne deriverà, la Pro Loco vi invita a partecipare numerosi e vi da appuntamento a Siderno.

 

Cordiali Saluti.

 

Il Presidente

Agostino Santacroce

 

Dic
15
ven
Natale al Castello @ Castello Carafa
Dic 15@16:30–Dic 23@23:45

“Vivi la magia del Natale al Castello Carafa di Roccella Jonica”. E’ questo lo slogan di presentazione dell’iniziativa “Natale al Castello” organizzata, quest’anno per la prima volta, dall’Amministrazione Comunale di Roccella Jonica.
L’evento, che prenderà il via venerdì 15 dicembre 2017 e proseguirà sino al 23 dello stesso mese, consentirà a tutti i cittadini e visitatori che lo vorranno di trascorrere ben 9 serate, nella fascia d’orario compresa tra le ore 16.30 e le ore 21.00, al Castello Carafa di Roccella Jonica, in una magica atmosfera natalizia.
Sarà un Natale a misura di bambini, perché le grandi sale del Palazzo ospiteranno tante attrazioni per i più piccoli: la casa di Babbo Natale, un bellissimo festival del cinema natalizio, la “posta di babbo Natale”, un baby parking e laboratori creativi per i più piccini.
Sarà, anche, un Natale a misura di famiglia, perché i genitori avranno qualche ora di tempo libero e sereno per scoprire esposizioni di addobbi natalizi, di articoli per il presepe, di tante idee regalo.
Sarà, pure, un’occasione per visitare Roccella e la Locride, perché una visita al villaggio consentirà ai turisti vicini e lontani di conoscere ed apprezzare le tradizioni della Calabria e della Locride, in un viaggio attraverso i tesori dell’artigianato, dell’arte culinaria, della tradizione dei presepi e della Natività.
Sarà, ancora, l’occasione per conoscere l’ospitalità degli operatori commerciali di Roccella Jonica e della Locride, che offriranno il meglio delle loro produzioni a prezzi adeguati all’occasione speciale.
E, infine, sarà un modo per conoscere l’effervescenza del tessuto sociale del nostro paese, ricco di associazioni che offrono da sempre la loro collaborazione agli eventi di accoglienza.
Non mancherà, ogni sera, un evento speciale con musica, cori natalizi, spettacoli di luci e artigianato di alto livello e prodotti tipici del territorio per rendere indimenticabile questo periodo di Avvento e riscoprire insieme il vero spirito del Natale, fatto di valori semplici ma essenziali: solidarietà, amicizia, pace e amore.

Dichiarazione di Carmen Ingrati, consigliere comunale con delega al Turismo:
“Questa iniziativa è, ancora una volta, frutto della sinergia e della collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e le associazioni, i cittadini, gli operatori commerciali e turistici che operano sul territorio. Essa nasce dalla volontà di ampliare e rafforzare l’offerta turistica, nel tentativo di superare la tradizionale stagionalità estiva. Roccella e la Locride offrono bellezze architettoniche, culturali, di tradizione che meritano un soggiorno in tutti i periodi dell’anno e la nostra offerta si rivolge sia ai visitatori di prossimità, quelli più vicini a noi che possono scegliere di visitarci anche solo per un giorno, sia a quelli più lontani che, dal Nord Italia o dal centro Europa vogliono trascorrere qualche giorno nel clima mite del Natale Calabrese.
Ad incoraggiarci su questo percorso, il fatto che al primo apparire sulla pagina Facebook di “Visit Roccella – What else”, il manifesto dell’evento ha riscosso uno straordinario successo con oltre 200 condivisioni e oltre 14 mila persone di tutta Italia interessate.
Crediamo che Roccella, con la sua storia nel settore della promozione culturale e con le sue straordinarie bellezze architettoniche, debba continuare questo cammino di crescita dell’offerta turistica e di sviluppo del suo tessuto commerciale. L’Amministrazione Comunale sarà sempre attenta a creare ogni occasione utile perché questo si realizzi “.

Vi aspettiamo!

L’Amministrazione Comunale di Roccella Jonica

UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO @ Teatro Gioiosa
Dic 15@21:00–23:45

CENTRO TEATRALE MERIDIONALE

Diretto da Domenico Pantano

 

 

presenta:

 

Venerdì 15 Dicembre ore 21.00

 

AL TEATRO “GIOIOSA” –  GIOIOSA JONICA

tel. 0964 412405 – 342  6629557

 

la compagnia: Teatro e Società

 

in
UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO
Tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami
 Adattamento e Regia Fabrizio Coniglio

Con MASSIMO DAPPORTO

 

E con Susanna Marcomeni, Roberto D’Alessandro,

Matteo Francomano, Federico Rubino

Musiche originali Nicola Piovani

“Un borghese piccolo piccolo” è un romanzo straordinario di Vincenzo Cerami da cui è stato tratto, in un secondo tempo, il capolavoro cinematografico di Monicelli. Il romanzo, che diverge dal film in alcuni nodi narrativi essenziali, è un ritratto di agghiacciante attualità. La peculiarità del romanzo è la tinta grottesca, che si cerca di ripercorrere nell’adattamento di Fabrizio Coniglio, con cui Cerami descrive le umili aspirazioni del protagonista Giovanni, il borghese piccolo piccolo. Quella che metteremo in scena sarà infatti una tragicommedia che nella prima parte regalerà momenti di comicità a tratti esilarante.
La Scorciatoia o la raccomandazione è avvertita dalla nostra società come qualcosa di necessario per sopravvivere: forse, in fondo, non crediamo più nella possibilità di essere tutti uguali di fronte alla legge e nelle pari opportunità di emancipazione sociale ed economica. Questo è lo snodo più fortemente attuale della storia. Per questo motivo ci si affida all’arte di un grande interprete del nostro Teatro: Massimo Dapporto, capace di rendere il ridicolo e il tragico nello stesso tempo, regalando grande umanità e semplicità alla famiglia Vivaldi.
TRAMA
Giovanni e Amalia discutono di come il figlio Mario potrà trovare un lavoro ora che ha conseguito il diploma di ragioniere. Giovanni apprende che si terrà un concorso per nuovi posti allo stesso ministero in cui lavora. Giovanni decide di iscrivere Mario, ma sapendo che lui non potrebbe farcela, va a chiedere al capufficio se può favorirlo. Il capufficio, vedendo Giovanni abbattuto, gli chiede se è disposto ad entrare nella Massoneria. Giovanni accetta, e, qualche settimana prima del concorso, ottiene dal capufficio le risposte dell’esame, che fa imparare a memoria a Mario. Il giorno del concorso dei rapinatori che stanno scappando sparano e accidentalmente colpiscono Mario che muore. Amalia, per il dolore della morte del figlio, rimane vittima di una trombosi. Giovanni si abitua al nuovo modo di vivere, ma un giorno, quando si reca in questura per vedere i sospettati, riconosce l’assassino e non dice niente. L’assassino viene rilasciato e mentre ritorna viene seguito da Giovanni che lo cattura e lo porta nella sua baracca vicino al lago dove con del fil di ferro lo lega e lo tortura per diversi giorni finchè muore. Giovanni va in pensione, ma proprio lo stesso giorno Amalia muore. Dopo i funerali, Giovanni ritorna a seppellire l’assassino e poi ritorna alla sua vita di prima.

 

APERTA CAMPAGNA  ABBONAMENTI

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.