Locride: Sindaco aspirante operarore delle “Iene” denigra l’iniziativa pro Ospedale a Roma

493

Che dire? Un Sindaco, presumibilmente aspirante operatore di “Le altre Jene”, trovandosi già a Roma e forse dissenziente sull’iniziativa relativa ad Ospedale e Sanità nella Locride ha ritenuto di spendersi per denigrare lo sforzo di tanti Sindaci che a prescindere dall’età e dalla propria condizione personale (alcune anche donne e madri di famiglia che hanno gestito il viaggio di andata e ritorno nella stessa giornata) hanno ritenuto, comunque, di profondere la fatica di testimoniare alle proprie popolazioni il sostegno nella rivendicazione di una sanità efficiente.
A suo avviso sarebbe stato un ennesimo flop per l’Associazione dei Sindaci della Locride.
Ho riflettuto per meglio comprendere.
Che tale giudizio non sia solo fortemente legato alla sua, spero spontanea, aspettativa di potersi confrontare ieri direttamente con il Capo del Governo Italiano?
In realtà vi è un precedente: si è già speso, in passato, in una battaglia “di migliore civiltà” nel contestare persino l’organizzazione della visita del Presidente Mattarella a Locri in quanto sarebbe stato violato il protocollo impedendo allo stesso (sostituito con il Sindaco di Locri) di ricevere all’arrivo il Capo dello Stato.
Chissà quale tra queste due finalità possa essere più interessante per i bisogni dei cittadini anche del suo paese?
Toccherà forse prendere atto che altri 32 Sindaci ed ulteriori personalità abbiano sprecato il viaggio a Roma (lui gode del privilegio di soggiornarci sempre e quindi si trovava già nei paraggi) con la consolazione di essersi spesi per una causa che in tanti condividono? Sarebbe sempre meglio che essersi dedicati allo sfottò. Ognuno si assume le responsabilità dei propri comportamenti. Almeno chi si differenzia con schiettezza o sui dettagli è comprensibile. In tal caso invece….. giudicherà la storia.

FC

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.