Gio. Gen 28th, 2021

Con la stagione estiva alle porte è indispensabile programmare per tempo non solo le attività da realizzare nel periodo di maggiore affluenza turistica (luglio/agosto) ma anche reperire i fondi necessari per poterle poi supportare. Per questo motivo, il Sindaco Vincenzo Maesano e la sua Giunta, hanno appena deliberato di chiedere alla Regione Calabria-Dipartimento per il Turismo una somma pari ad euro 14.500 (L.R. n. 13/85, art. 65) necessaria a garantire alcuni importanti appuntamenti per rivitalizzare la vita sociale e culturale del paese, il tutto in un’ottica di cambiamento che è già iniziato e che non investe solo il mondo politico ma anche e soprattutto la vita quotidiana dei cittadini che da troppo tempo sono rimasti, purtroppo, relegati in un angolo buio della società civile.

In particolare sono stati chiesti: 6.000 euro per mettere in cantiere una rassegna teatrale/cinematografica nel periodo luglio/agosto 2018; 6.000 euro per svolgere intrattenimento a favore sia dei ragazzi che per gli adulti (periodo luglio/agosto) e 2.500 euro per realizzare qualche appuntamento dedicato ai più piccoli. E’ chiaro -ha affermato il Sindaco- che la motivazione principale è quella di far uscire Bovalino ed i bovalinesi dall’isolamento in cui versa ormai da troppo tempo e, nel contempo, serve a consentire all’intera riviera dei gelsomini di creare una ulteriore attrattiva per i flussi turistici regionali e nazionali. Bovalino può contare su elementi storico-culturali di assoluto pregio, come per esempio il Castello Normanno di Bovalino Superiore, la Chiesa Matrice che ospita un museo d’arte sacra di assoluto valore storico e religioso oppure il lungomare S. Francesco da Paola, che a breve, si presenterà al visitatore (ma non solo) in tutta la sua bellezza, oltre a numerosi palazzi di assoluto pregio storico-culturale come palazzo Stranges-Agostinopalazzo Lentini, palazzo Spagnolo, palazzo di Via Poerio e casa di Mario La Cava.

Scendendo nel particolare dei progetti possiamo notare che la rassegna teatrale/cinematografica verrà realizzata presso il borgo antico di Bovalino Superiore, che meglio si presta allo scopo con la sua spettacolare collocazione paesaggistica e le sue peculiari caratteristiche di conservazione degli usi e delle tradizioni popolari; l’intrattenimento per i bambini vedrà all’opera artisti di strada, ballon art, trucca bimbi e burattini, spettacoli che da sempre affascinano i bambini ma che spesso coinvolgono anche i più adulti.

Oltre a ravvivare il tessuto sociale, questi progetti, hanno lo scopo di: “rafforzare la sinergia esistente tra pubblico e privato”, creando nuove opportunità economico-finanziarie e rappresentano, inoltre, una innovazione dal punto di vista della “destination management” del territorio; “qualificare il sistema locale di ricettività” offrendo un nuovo target di offerta turistica locale, regionale e nazionale; “attivare un sistema complessivo di promozione dell’area intorno ad un grande attrattore” che sia capace di promuovere lo sviluppo sociale ed economico dell’interno comprensorio.

I passi giusti per mettere in cantiere questi progetti sono stati compiuti, ora spetta all’organo sovraordinato (Regione Calabria) tener conto delle esigenze di sviluppo sociale, economico e turistico di un territorio rimasto indietro e che ora, sulla scia di un radicale cambiamento nel modo di gestire la cosa pubblica sta tentando, in ogni modo, di ritornare a galla per ricollocarsi nella posizione che lo vedeva spesso primeggiare nei mitici anni ’70 e ’80.

Bovalino è viva e vitale… aspetta solo di poter mettere le ali per volare.

www.calabriainforma.com

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.