Mar. Mag 18th, 2021

Un ciclone tropicale nel mar Jonio. Le caratteristiche tropicali sono state confermate ufficialmente dal NOAA (vedi immagine nella gallery a corredo dell’articolo) sin dal pomeriggio di ieri. I cicloni tropicali sono molto rari nel Mediterraneo, e quelle poche volte che se ne forma qualcuno succede ad autunno inoltrato, tra Ottobre e Dicembre. Un evento del genere a inizio estate, addirittura a Giugno, non ha precedenti storici e dipende dalla grande anomalia di questa stagione, in cui ha fatto molto caldo in primavera (Aprile e Maggio) e adesso è arrivato un freddo anomalo proprio sulle Regioni meridionali nella parte finale del mese di Giugno. Si tratta di un vero e proprio sconvolgimento climatico: viviamo un periodo freddo e piovoso che si trascina ormai da oltre due settimane, con in alcuni casi addirittura 10 giorni di pioggia al Sud sugli ultimi 13 e accumuli pluviometrici che superano i 250mm in molte località. Dall’incubo siccità dell’estate 2017, a un 2018 in cui l’estate per adesso c’è stata soltanto … in primavera
meteoweb.eu

Altre 48 ore di forte maltempo e freddo anomalo, in Calabria e Sicilia i fenomeni più estremi

Ancora freddo e maltempo sull’Italia Adriatica e meridionale per circa 48 ore, a causa dell’influenza provocata dal ciclone di natura tropicale posizionato sul mar Jonio. Una tempesta che continuerà ad imperversare tra l’Italia e i Balcani fino alla mattinata di Giovedì 28 Giugno, facendo ulteriormente abbassare le temperature e alimentando fenomeni di maltempo estremo. Come possiamo osservare nelle immagini a corredo dell’articolo, nelle prossime ore avremo ancora forti piogge e temporali su Molise, Puglia, Basilicata, zone interne della Campania, Calabria e Sicilia nord/orientale. Attenzione alla squall-line temporalesca che in serata avanzerà sul mar Jonio e sul Golfo di Taranto abbattendosi sulla Calabria: tra cosentino e crotonese si potranno verificare piogge torrenziali.

Domani, Mercoledì 27 Giugno, avremo un’instabilità particolarmente accesa nel pomeriggio su Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata e Calabria. Qualche temporale anche in Sicilia, Toscana e su Verona al Nord. Ma i fenomeni più estremi colpiranno i Balcani, in Croazia, Bosnia e soprattutto Albania dove c’è il rischio di vere e proprie alluvioni.

meteoweb.eu


Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.