Ordigno bellico nei pressi dell’abitazione di Di Landro. Era inoffensivo

447

I chiarimenti della polizia dopo il ritrovamento di una granata tedesca sulla spiaggia di Bocale. «È stata trasportata dalla corrente. Si escludono azioni intimidatorie»

È stato rinvenuto un ordigno bellico sulla spiaggia di Bocale, nei pressi dell’abitazione del magistrato Salvatore Di Landro, già procuratore generale presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria. Si tratta di un proiettile di artiglieria di fabbricazione tedesca che risale alla seconda guerra mondiale. Si tratta dunque, precisa la polizia, di un residuato bellico, ragionevolmente trasportato dalla corrente marina sulla spiaggia di Bocale. «La bomba risulta totalmente inoffensiva – si legge in un nota della Questura di Reggio Calabria – poiché privo di spoletta e fortemente corroso dalla lunga permanenza in acqua marina».
Il residuato è stato posto a disposizione della competente Autorità Giudiziaria per gli accertamenti di rito. «Le circostanze descritte – conclude la nota – inducono a escludere azioni intimidazione al dottor Di Landro».

(fonte corriere della calabria)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.