Gio. Mag 13th, 2021

“A NOI LE DONNE PIACCIONO LIBERE” – “I MOSTRI SI PRESENTANO GENTILI, POI MANO A MANO CHE IL RAPPORTO CRESCERE INCOMINCIANO A DIRTI SEI MIA, A FARTI IMPOSIZIONI, DIVIETI, GELOSIE, SOSPETTI. E SI RIVELA IL MOSTRO. CAPITELO SUBITO. STRONCATE. DENUNCIATE. QUELLO NON È AMORE. È POSSESSO BESTIALE CHE SPESSO FINISCE IN TRAGEDIA”.
Si è tenuto un seminario dal titolo “Fiumi di sangue” tenuto sabato 17 presso l’Auditorium comunale di Aggregazione e integrazione giovanile di Gioiosa Jonica, organizzato dal Club Unesco del dinamico presidente Nicodemo Vitetta, con il patrocinio del Comune di Gioiosa Jonica. La testimonianza di Vera Squatrito, catanese, giovane mamma di Giordana ragazza rimasta incinta a 16 anni. Il suo convivente le impose di abortire. Ma lei si rifiutò: io non uccido. Da lì iniziò il calvario che la portò alla morte. A venti anni, il 6 ottobre 2015 venne uccisa dall’ex convivente trentenne a Nicolosi, il giorno prima che si aprisse il processo per stalking. È intervenuto il noto criminologo internazionale Prof. Francesco Bruno de La Sapienza di Roma. Ha condotto la giornalista Rai e scrittrice Annarosa Macri. 
Hanno preso parte gli studenti del Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica, del Turismo di Marina, del Commerciale di Monasterace e dell’Istituto Tecnico Agrario di Caulonia con il Dirigente Ing. Prof. Antonino Morfea. Per il Consiglio degli Avvocati di Locri è intervenuto l’Avv. Mario Mazza. Per la parte sociologica ha relazionato il Sociologo Francesco Rao. È intervenuto anche il nuovo parroco Don Francesco Passarelli e il presidente del Consiglio Comunale Laura Crimeni. 
Vincenzo Logozzo
Gioiosa Jonica, lunedi 19 novembre 2018

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.