Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

MORTI I TRE PILOTI DELLO SCAFO OFFSHORE PASSATO IERI DA ROCCELLA. STAVA TENTANDO IL RECORD MONTECARLO-VENEZIA. L’ARRIVO FINISCE IN TRAGEDIA A CAUSA DI UN PAUROSO INCIDENTE.

172

 Tre persone sono morte ed una quarta è rimasta ferita in un incidente nautico avvenuto ieri sera a Venezia. Lo scafo offshore, prototipo della serie 7000 utilizzata dalla Guradia di Finanza è finito contro la diga di San Nicoletto a Venezia,  nello schianto tre occupanti della barca sono morti. Il gravissimo incidente è avvenuto intorno alle 21 di ieri appena fuori dalla bocca di porto tra Punta Sabbioni e il Lido. Tra di loro c’è il progettista e pilota motonautico lecchese Fabio Buzzi, 76 anni, che stava tentando il record della Venezia-Montecarlo dopo quelli realizzati nel lago di Como. Ferito gravemente nell’incidente l’altro lecchese coinvolto: si tratta di Mario Invernizzi, titolare dell’omonima azienda edile in attiva in città, trasportato in ospedale. Le altre due vittime sono due piloti inglesi. La barca era partita il giorno prima da Montecarlo ed aveva fatto tappa ieri alle 11.00 al porto delle Grazie di Roccella Jonica, dove aveva fatto carburante ed anche sostituito un’elica, dopo che una grossa cima si era attorcigliata alla stessa, proprio mentre la barca attraversava l’imboccatura della struttura portuale. Le immagini che vedete sono le ultime girate, poco prima della ripartenza, dagli operatori di  Telemia che proprio ieri avevano realizzato un servizio sulla tappa calabrese, unica tra Montecarlo e Venezia.  I corpi dei primi due deceduti sono stati recuperati subito, mentre un terzo componente dell’equipaggio risultava disperso. E’ stato individuato poco dopo, anch’egli deceduto, dai vigili del fuoco. L’incidente, con il buio fitto, sarebbe avvenuto davanti alla “lunata”, una diga artificiale fatta di grossi massi calati sul fondale costruita a protezione delle opere del Mose, a sud della diga di San Nicolò del Lido.

Giuseppe Mazzaferro | direzione@telemia.it

La barca su cui viaggiavano i quattro piloti

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.