Lun. Mag 23rd, 2022

“I dati di laboratorio sull’efficacia del Plaquenil sono un punto di partenza e non un punto di arrivo. In mancanza di studi clinici è sbagliato assumere questo farmaco, anche perché poi non è disponibile per chi ne ha davvero bisogno”. A sottolinearlo in un tweet è il virologo Roberto Burioni a proposito del farmaco antimalarico idrossiclorochina, testato in Francia contro il coronavirus e sempre più difficile da trovare nelle farmacie italiane. Secondo uno studio di laboratorio condotto su cellule presso il laboratorio di virologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano, come spiega Burioni sul sito Medical Facts, l’idrossiclorochina sembra riuscire a bloccare la replicazione del virus “se usato prima e dopo l’infezione”. L’efficacia di questa terapia, però, spiega su Medical Facts Burioni, “non è ancora chiara e non sono chiari i meccanismi attraverso i quali il Plaquenil infastidisce la replicazione virale”. Quindi, “non correte a comprarlo e non assumetelo di testa vostra: mentre l’efficacia non è ancora certa, gli effetti collaterali del farmaco sono possibili”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI