Lun. Mag 17th, 2021

Riportiamo integralmente la nota dell’avvocato Maria Elisabetta (Lisa) Cannizzaro, ex capogruppo di maggioranza, nel Civico Consesso cauloniese, con le motivazioni che l’hanno indotta a creare un gruppo autonomo.
“C’è modo e modo di intendere e vivere la politica, soprattutto quella vissuta a livello locale può dare la vera percezione, perché il risultato è dato dall’ apprezzamento della comunità per quello che si fa e per come lo si è fatto. Può accadere, però, che questa percezione non si abbia pienamente, allorquando l’impegno profuso e gli obiettivi centrati non presentino il volto dell’autore.
Prediligo la politica del fare e poco conta se emergono i particolari che, certo possono connotare il risultato.
In questi anni di risultati ho cercato di centrarne tanti; una corsa al fare in un universo di incompiuto, sottovalutato e da creare.
In punta di piedi, grazie alla preziosa ed insostituibile collaborazione di Ama Calabria, si è dato vita alla stagione musica- teatrale dell’Auditorium Angelo Frammartino, giunta oggi alla terza edizione e che ha visto sul proprio palcoscenico le migliori espressioni musicali calabresi, ma anche tanti nomi del panorama culturale nazionale e internazionale.
Questo progetto, dal secondo anno, ha incontrato l’adesione di molte realtà commerciali del paese che hanno deciso di investire in cultura.
Il tutto a costo zero per l’ente comunale anzi registrando delle piccole entrate.
Grazie alla presenza di questo prezioso luogo nel nostro comune si è dato il via ad una rassegna di teatro pedagogico rivolto alle scuole, che ha visto la partecipazione di molti istituti scolastici del comprensorio locrideo che hanno conosciuto la realtà ma, soprattutto, hanno apprezzato la proposta formativa.
Molto impegno è stato rivolto all’idea di sviluppo del territorio e alla promozione delle nostre bellezze architettonico -culturali. In questa direzione è nata la partecipazione di Caulonia “Scrigno di tesori” alla borsa del turismo di Paola e alla borsa del turismo di Paestum, incontrando e proponendo il nostro territorio a numerosissimi operatori turistici.
Sin dal 2017, infatti, in seno al progetto Caulonia -Scrigno di tesori -è stato realizzato un punto di informazione turistica e di esposizione dei prodotti locali e artigianali, presso il mercato vecchio, nel cuore del centro storico.
Nel dicembre del 2018 il borgo veniva premiato come una delle 100 mete d’Italia per le tradizioni e la valorizzazione della cultura popolare, dai riti religiosi alla musica popolare.
L’amministrazione ha accolto la proposta di partecipazione all’avviso sulla valorizzazione dei borghi con un progetto che ha cercato di guardare al futuro, rendendo il nostro borgo una meta appetibile e visitabile.
Il progetto è stato valutato positivamente dalla commissione esaminatrice ottenendo così il finanziamento di un milione e mezzo di euro, che a giorni dovrebbe essere assegnato all’ente.
Come giusto che sia la programmazione deve sempre passare da uno studio e dalla individuazione dei nostri tesori, motivo per il quale si sono redatte delle schede, depositate presso la regione Calabria, di censimento dei beni che compongono il nostro patrimonio materiale ed immateriale, rendendo conoscibile un territorio che spesso viene associato ad un solo evento culturale.
La mia esperienza amministrativa si è caratterizzata per una attenzione particolare verso le fasce più deboli della popolazione. È stato adottato il regolamento per i servizi sociali così introducendo per la prima volta misure di sostegno come i buoni spesa.
Ritengo, infatti, la presenza del distretto socio assistenziale uno strumento indispensabile e fondamentale per lo sviluppo dell’intero comprensorio.
Alle misure da attuare ed agli obiettivi importanti da raggiungere mi sono dedicata con passione centrando grazie ad un gruppo di lavoro affiatato e motivato ( amministrativi, operatrici sociali, tecnici e le responsabili che si sono succedute nei tre anni) ottimi risultati.
L’adozione di alcune misure è stata ripresa come buona pratica da altri ambiti ed oggi ha consentito un piccolo aiuto economico e/o una formazione ai componenti dei tanti nuclei familiari presi in carico dall’ambito socio assistenziale.
La pandemia, nonostante le restrizioni, ha richiesto maggiore presenza sul territorio per rispondere alle istanze di anziani, malati e di interi nuclei familiari e, l’ambito ha attuato interventi di reale sostegno per superare le fragilità e le criticità del momento.
Qualche mese fa, inoltre, l’individuazione di un bando a cui l’ente ha partecipato con un progetto per l’efficientamento energetico della scuola di Caulonia centro, valutato positivamente e collocato in posizione utile, per il finanziamento, nella graduatoria.
La discussione politica è, quindi, in sintesi il seme per una proficua programmazione attraverso la stessa è possibile aprire strade nuove senza per questo ritenere inefficace o invalido ciò che fino ad ora si è fatto anzi dando maggiore forza alle energie spese ed a quelle ancora da attivare.
Questo il senso che do alla politica.
Credo si possa intravedere un progetto politico, un impegno tangibile ed una passione che va oltre la “poltrona” e che è molto, molto di piú.
Nel 2017 gli elettori mi hanno consegnato un mandato, una responsabilità che ho assunto, come tutti noi, cercando di fare bene per questo paese. Come tutti i percorsi, difficilmente questi si presentano come rettilinei, facilmente percorribili anche da chi non è un esperto guidatore, allora le opzioni possono essere essenzialmente due, imparare a percorrere tutte le strade o si sceglie di affrontare le più semplici o quelle che destano meno pericolo., Chiaramente, la prima ha un effetto più esaustivo e porta in termini di risultati, di numeri effetti migliori è più incisivi in questo ci siamo cimentati centrando molti obiettivi e perdendone di vista molti altri. Ad un certo punto del percorso amministrativo è stato naturale e consequenziale che si aprisse una discussione sulle misure da adottare per rilanciare l’azione amministrativa, azioni che se non concrete possono mortificare, vanificare, gli sforzi che tutti siamo chiamati a fare. Sono scelte di responsabilità, quella responsabilità che ho assunto 3 anni fa e che oggi sento triplicata sia per il lavoro fatto che per i risultati ottenuti che per la dedizione verso il mio territorio; come sostiene la minoranza però è un momento particolare, forse è vero, è un momento delicato per la comunità e quindi quella responsabilità, la mia responsabilità non può venir meno e, non mancherà il mio contributo se la maggioranza riterrà di voler percorrere una strada di rinnovata azione amministrativa e di efficienza. l’auspicio che una profonda visione amministrativa possa portare ancora risultati positivi per la crescita della comunità. Non è più tempo di chiacchiere, di ragionamenti che richiedono lunghi tempi o lunghi percorsi ma c’è bisogno di fare con intensità con passione e dedizione. Potrò continuare a farlo se questa maggioranza lo vorrà da gruppo autonomo in seno alla maggioranza. il gruppo di cui oggi formalizzo la costituzione sarà Caulonia solidale, gruppo che sarà attento, vigile e presente per affrontare i bisogni del nostro territorio e della comunità.”

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.