SOVERATO, ALLARME SUI SOCIAL: “POSITIVO AL COVID, SONO STATO IN DISCOTECA. FATEVI IL TEST” . IL SINDACO ALECCI CHIUDE TUTTI I LOCALI DI INTRATTENIMENTO

352

Il post su Instagram: «Chiunque sia stato in contatto con me negli ultimi 14 giorni si sottoponga al tampone»

«Sono positivo al Covid-19, chiunque sia stato in contatto con me negli ultimi 14 giorni si faccia il tampone». E’ il messaggio postato su instagram da un giovane. Il ragazzo informa anche di essere stato in due locali di Soverato sabato e domenica scorsi rivolgendo anche ai frequentatori dei due locali l’invito a controllarsi. «Capisco che possiate avere paura però cercate di capire anche le mie paure» ha scritto il giovane. L’allarme si è diffuso anche nel lametino per la presenza di un gruppo di ragazzi che dovava recarsi nei due locali proprio nello scorso fine settimana. Tra i giovani del catanzarese è iniziato così un fitto scambio di messaggi. Solo nei prossimi giorni sarà possibile capire la veridicità del racconto del giovane e se il suo invito sarà raccolto dai suoi coetanei.
Coronavirus, ecco come un bar può trasformarsi in un focolaio
 

Il sindaco di Soverato Ernesto Alecci ha poi emesso un’ordinanza, in fase di pubblicazione, con cui dispone la chiusura delle attività di intrattenimento musicale della città, una delle più note località turistiche calabresi. Lo ha annunciato lo stesso sindaco in un video postato sul suo profilo Facebook. La decisione fa seguito al post sui social di un ragazzo che, comunicando la sua positività, invitava i suoi amici ed i frequentatori di due locali di Siverato, nei quali è stato sabato e domenica scorsi, a fare il tampone. «In maniera precauzionale – spiega Alecci nel video – ho emesso l’ordinanza che chiude le attività di intrattenimento musicale di tutta la città, non solo dei due locali, ma di tutti quelli che lo fanno. Lo faccio a malincuore ma è obbligatorio in questo momento essere attenti e responsabili per evitare che il virus si possa diffondere. Non dobbiamo cadere nel panico ma non possiamo abbassare la guardia».

Coronavirus: le attività quotidiane che ci mettono più a rischio contagio secondo i medici Usa

Alecci ha anche reso noto di avere chiesto ai gestori dei locali l’elenco dei frequentatori delle serate di sabato e domenica e di averle già ricevute. «Già da domani, con la protezione civile – ha detto il sindaco – inizieremo a contattarli.  I dipendenti dei locali che hanno lavorato in quei giorni sono stati sottoposti subito al tampone». SEGUE INTERVISTA SINDACO AL TG NEWS DI TELEMIA

SERVIZIO DI GIUSEPPE MAZZAFERRO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.