MARIA RINGRAZIA: LOCRI È UN PO’ PIÙ A MISURA “SUA”

205

Peccato per l’inciviltà di molti automobilisti, che a volte parcheggiano dove è proibito

Maria Staltari la conoscono tutti, a Locri. Si muove su quello che lei chiama “motorino elettrico”, con il quale riesce a superare le barriere della disabilità. Parla e sorride, in maniera delicata, racconta alcune sue disavventure finite bene e, per questo motivo, vuole dire “grazie” a tutte le persone che le sono state e continuano ad essere vicino a lei quotidianamente e nei momenti più delicati. Oltre alla splendida famiglia che la sostiene, Maria ci racconta di quanto sia stato importante per lei e per altre persone diversamente abili i nuovi marciapiedi che sono stati realizzati a Locri, che consentono di spostarsi con maggiore facilità, anche se a volte ci sono automobilisti che non fanno caso a dove vanno a parcheggiare, creando un ostacolo insormontabile non solo fisico.

«Devono lasciare spazio!», esclama Maria riferendosi a quei pochi incivili. Per loro c’è la polizia locale di Locri che interviene con decisione. Maria sottolinea come i vigili le abbiano dato una mano in tante circostanze: «Questa estate ho avuto un problema per trovare un laboratorio analisi aperto e loro si sono subito resi disponibili per aiutarmi, li ringrazio per quello che hanno fatto e continuano a fare ogni giorno con professionalità».

In questi mesi trascorsi sotto la scure del lockdown Maria ha trovato tante persone che si sono adoperate per sostenerla: «Voglio ringraziare l’assessore Vincenzo Panetta che, per me, è una persona davvero speciale». Maria ringrazia pure il sindaco ed altri componenti della giunta come l’assessore Domenica Bumbaca per il proficuo supporto che le ha concesso, nonché l’assessore Piero Leone «che ringrazio – cnclude – perché mi ha risolto in breve tempo i disagi che avevo con l’erogazione dell’acqua».

FONTE GAZZETTA DEL SUD

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.