Mer. Gen 27th, 2021

Nella nota a lui indirizzata dal Gopvernatore Antonio Marte e dai presidenti delle tre circoscrizionio della Calabria si evidenzia che nella nostra Regione le strutture ci sono ma sono chiuse, dismesse, sottoutilizzate o differentemente utilizzate. Possono essere rimodulate con poco onere con maggiore sicurezza, decoro e di certo meglio rispondenti a quel principio di “Sanità” che dovrebbe caratterizzare il XXI° secolo. Le “Tende” lasciamole alla Pandemia Spagnola. Servono invece più operatori sanitari : Medici, Infermieri, Operatori Socio Sanitari. Si indicano, quindi alcuni punti significativi per dare dignità alla sanità calabrese.

Questo il testo della significativa lettera indirizzata dal Governatore del Distretto Lions Antonio Marte al presidente Mattarella:
“Signor Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella,
l’articolo 32 della costituzione stabilisce la tutela della salute come fondamentale diritto di ogni persona e come interesse della collettività. Ogni cittadino ha diritto di ricevere eguale assistenza sanitaria in tutto il territorio nazionale. E’ un diritto pieno che attiene alla dignità di ciascun uomo. L’articolo 3 comma 2 della Costituzione, nel sancire il principio dell’eguaglianza sostanziale, impone alla Repubblica l’ obbligo di rimuovere gli ostacoli di fatto volti ad assicurare la vita della persona umana.
Sig. Presidente, seppur eccezionale, la pandemia determinata dal virus Covid-19, che continua a mietere morte, ha fatto evidenziare la precarietà e le criticità presenti in tante terre del mondo e purtroppo anche in Calabria, già da tempo terra di “consolidata emergenza”.
Noi Lions della terra di Calabria che con grande affanno ci impegniamo ad interagire con le forza positive delle Istituzioni, che nei nostri piani di azione divulghiamo la grande “bellezza” della nostra unica “Costituzione”, noi Lions e Calabresi discendenti di una terra che ha visto gli splendori delle “arti” della “filosofia”, della “matematica” , della “giurisprudenza” che hanno determinato e permeato lo sviluppo di tutto il sapere del mondo occidentale, oggi stiamo assistendo ad un vituperio morale e materiale della vita del popolo calabrese. La Calabria è piena di forze positive, la Calabria è permeata da professionalità e queste vanno meglio evidenziate, recuperate, supportate. La nostra Nazione è “Una” ed una sola; così il nostro “Sistema Sanitario Nazionale “ deve essere “Uno” ed uno solo. Non ha importanza dove è nato un “commissario straordinario” , ma è importante che ci tenga al territorio e che conosca il territorio. Non serve e non auspichiamo la precarietà della nomina. Serve la professionalità ma anche il controllo e la valutazione dell’operato svolto. Non auspichiamo le “Tende da Campo” contro il Covid 19. Non c’è nessuna terremoto improvviso!. Le strutture ci sono in Calabria. Sono chiuse, dismesse, sottoutilizzate o differentemente utilizzate. Possono essere rimodulate con poco onere con maggiore sicurezza, decoro e di certo meglio rispondenti a quel principio di “Sanità” che dovrebbe caratterizzare il XXI° secolo. Le “Tende” lasciamole alla Pandemia Spagnola. Servono invece più operatori sanitari : Medici, Infermieri, Operatori Socio Sanitari.
La Sua presenza oggi in Calabria, come preludio di una nuova era, sarebbe un segnale di alto significato, sia per la popolazione che si considera lasciata alla deriva, sia per tutte quelle forze positive che , nonostante tutto, credono ancora nei valori della solidarietà e che costituiscono il reale collante tra il cittadino e le Istituzioni.
Noi Lions , professionisti nei vari settori fondamentali della società , Medici, Avvocati, Sindaci, uomini delle diverse Istituzioni pubbliche e private ci rivolgiamo a Lei, Sig. Presidente Mattarella, come baluardo e difensore dei diritti di tutti i cittadini italiani. Siamo certi che saprà come intervenire per garantire la salute e la dignità del popolo di Calabria e chiediamo un Suo intervento per l’attuazione di :
– un piano Sanitario Nazionale Unico che ponga fine alle diseguaglianze esistenti tra le differenti Regioni;
– la nomina di un Commissario Sanitario Regionale stabile e che possa rispondere dell’operato svolto;
– l’immediata identificazione di alcuni dei tanti ospedali esistenti o rimodulabili per l’emergenza Covid-19;
– l’assegnazione a tali centri dei pazienti con la patologia da Covid19 , per la tutela del paziente, per la salvaguardia degli altri degenti con patologie differenti, e della popolazione stessa;
– l’assegnazione a questi centri identificati e di certo più ampi, degli stessi medici operanti nei reparti di malattie infettive dei vari ospedali, ma di certo dimensionati con numero di posti;
– la rimodulazione del personale equipollente negli ospedali finalizzandolo alle malattie infettive o comunque l’assunzione di Medici e personale Infermieristico ed Ausiliario necessario per la gestione dei tanti pazienti Covid 19 .
Sig. Presidente Sergio Mattarella apra una nuova era!
Con ossequio.
La lettera oltre che dal Governatore Antonio Marte è controfirmata dai responsabili della IX, della X e della XI Circoscrizione Roberto Iuliano,Antonio Monao e Achille Capria.
Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.