Mar. Gen 26th, 2021

“Avviare azione risarcitoria per recuperare suoi lauti compensi”

“Dopo lo scandalo Cotticelli il governo nomina Zuccatelli. L’ex generale non sapeva che la gestione dei fondi Covid era di sua competenza. Tutti i cittadini calabresi dovremmo avviare un’azione risarcitoria contro questo ex generale espressione dei poteri militari per recuperare i soldi dei suoi lauti compensi”. Lo scrive sui social l’ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano, intervenendo sul caso del commissario alla sanità calabrese Saverio mandato via dal governo dopo l’intervista a “Titolo V” andata in onda su Raitre. “Milioni di euro occultati – aggiunge Lucano – da destinare con molta probabilità alla sanità privata, ai poteri forti e deviati dello Stato, massonerie e mafie. Non ho intenzione di aprire polemiche personali, non è questo il contesto, ma voglio scrivere che uno dei reati che mi contestano nel procedimento giudiziario, tutt’ora in corso e per il quale sono stato sospeso come sindaco, è perché non ho chiesto ai cittadini immigrati residenti a Riace, ’30 centesimi’ per il rilascio delle certificazioni anagrafiche. La risposta del governo allo sconcerto dei calabresi in seguito alle dichiarazioni del commissario alla sanità Cotticelli, con la nomina di un altro commissario, già negazionista è insufficiente e deludente”. “La nomina di Gino Strada come responsabile della sanità calabrese – conclude Mimmo Lucano – potrebbe essere la luce in mezzo alle ombre di poteri forti e perversi che per anni hanno dissanguato la nostra terra. Gino non appartiene ai giochi perversi del potere, ha fatto della professione medica la ‘mission’ e la ragione della sua vita. Non possiamo più aspettare, in gioco c’è la vita di tutti”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.